Piove dentro l’ospedale dell’Angelo, Berti annuncia un’interrogazione: “Il simbolo della sanità di Galan e degli sprechi in Veneto”

Piove dentro l’ospedale dell’Angelo, il simbolo della sanità di Galan, un ospedale che ci costerà – secondo le perizie riportate anche dalla stampa – 1 miliardo e 200 milioni di euro circa a fronte di un costo reale di 250 milioni”. È questo l’annuncio choc del consigliere regionale del Movimento 5 Stelle Jacopo Berti, che mostra le foto degli interni del nosocomio di Mestre.

“Doveva essere la struttura del futuro – continua il consigliere regionale – e invece ci piove dentro! È un edificio già fatiscente, che deve essere ancora pagato e che sta affossando completamente la sanità veneta. Questa è destinata a diventare la nuova immagine simbolo degli sprechi in Veneto. Dopo il Mose, c’è l’ospedale dell’Angelo”.

“Queste foto mi sono state inviate domenica sera dopo la pioggia – rivela Berti, mostrando le immagini allegate a questa mail – Ormai i cittadini si rivolgono a noi perché siamo la loro ultima speranza contro la politica che continua ad alimentare questo sistema marcio di sprechi”.

Il consigliere del M5S, vicepresidente della commissione sanità, annuncia: “Stiamo già lavorando ad un’interrogazione all’assessore alla sanità e a Zaia. Pretendiamo una presa di responsabilità da parte della Giunta. Lo chiede il M5S, ma soprattutto lo chiedono i pazienti stessi dell’ospedale”.