Roshe Run Outlet, Nike Air Max 90 Outlet, Air Jordan Outlet
Home / Notizie / Eventi / PORDENONE – AL VIA “COILTECH”: MANIFESTAIZONE INTERNAZIONALE DELL’ELETTROMECCANICA

PORDENONE – AL VIA “COILTECH”: MANIFESTAIZONE INTERNAZIONALE DELL’ELETTROMECCANICA

Apre mercoledì 24 settembre alla Fiera di Pordenone

“Coiltech”, l’unica fiera internazionale dell’elettromeccanica in Italia: la manifestazione

sarà visitabile anche giovedì 25 settembre.

Protagonista della fiera un comparto industriale che rappresenta un’eccellenza italiana:

materiali e macchinari per la produzione e manutenzione di motori elettrici, generatori,

trasformatori di potenza e distribuzione, trasformatori industriali e avvolgimenti in genere

(cioè tutta la tecnologia detta del coil & winding). Un settore le cui innovazioni potranno

favorire il ricorso a energie rinnovabili e progressi in campi molteplici: dall’informatica alle

auto elettriche, dagli elettrodomestici all’illuminotecnica ed altro ancora.

Il successo di Coiltech rappresenta ormai una case history nel settore fieristico italiano

piuttosto unica in un momento così difficile per il settore manifatturiero. Cinque anni fa

c’era soltanto un’idea che nel 2010 ha preso vita in una prima edizione alla quale hanno

partecipato 24 espositori diretti e 24 marchi rappresentati. Dal quell’anno il numero delle

aziende è cresciuto a ritmo di 35-40-50% ogni anno tanto che alla 5^ edizione di Coiltech

sono presenti 232 marchi, tra cui gran parte dei leader di settore, in 176 stand con

un incremento rispetto al 2013 del 35 %. Sono numeri che dimostrano che è questo

il punto d’incontro principale del Coil Winding, ovvero dell’elettromeccanica in Italia e

il secondo in Europa dopo l’evento ospitato dalla Fiera di Berlino; il tasso di presenze

estere tra gli espositori (40%) e i visitatori già registrati da 40 Paesi esteri classificano

Colitech come una delle fiere più internazionalizzate d’Italia. Un bell’indotto per il settore

dell’ospitalità pordenonese che dopo Pordenonelegge e prima di SICAM ha un’altra

occasione per attivare alberghi, ristoranti e servizi di accoglienza.

Il momento espositivo è tradizionalmente affiancato da diversi workshop di

aggiornamento, tra cui “World Magnetic Conference” che presenta i risultati di studi

mirati all’innovazione dei materiali, metodi e dei sistemi di produzione di motori elettrici,

generatori ed altro, presieduto da uno dei più noti esperti internazionali, Marco Villani

professore di Costruzioni Elettromeccaniche all’Università dell’Aquila.

“Una delle chiavi del successo di questa fiera è l’approccio organizzativo – spiega

Sebastian Kuester, ad della milanese “QUiCKFairs®,” curatore di Coiltech – che è

esclusivamente orientato ai mercati, con burocrazia ridotta al minimo e costi molto bassi

per gli stand. Gli espositori gradiscono molto la nostra offerta: lo dimostra l’altro tasso di

fidelizzazione con riconferme degli stand di anno in anno.”.

E’ questa la filosofia delle fiere definite “low cost” di cui Coiltech rappresenta uno

dei casi di successo in Italia: costi ridotti rispetto ad altre manifestazioni competitor,

forte orientamento alla vendita, location in quartieri fieristici di piccola-media superficie

espositiva, inseriti nel cuore di distretti economico-industriali.

Articolo di Redazione Venezia

Leggi anche...

PADOVA: IL GRUPPO UNIEURO ASSUME E RIAPRE IL PUNTO VENDITA DI ALBIGNASEGO

La notizia che il Gruppo Unieuro ha rilevato il punto vendita di Albignasego impegnandosi a ...

Rispondi