Roshe Run Outlet, Nike Air Max 90 Outlet, Air Jordan Outlet
Home / Notizie / Cronaca / PORTOGRUARO – Prosegue il percorso del progetto terzo polo con due importanti sedute del tavolo tecnico

PORTOGRUARO – Prosegue il percorso del progetto terzo polo con due importanti sedute del tavolo tecnico

Venerdì 25 luglio, nella sede di POLINS, si è riunito il Tavolo Tecnico creato dai soggetti

promotori del “Progetto Terzo Polo” volto a sviluppare la logistica e l’intermodalità nel Veneto

Orientale, in sinergia anche con le attività delle limitrofe aree del Friuli Venezia Giulia. All’incontro

hanno partecipato il Comune di Portogruaro, che ha il ruolo di capofila dell’iniziativa, Interporto

Portogruaro, Consorzio Savo, Fondo Spazio Industriale per Eastgate Park e POLINS, oltre alla

Regione Veneto rappresentata dal responsabile dell’Unità di Progetto Logistica dott. Luigi Zanin.

“Stiamo sviluppando le attività che avevamo previsto – spiega l’assessore alle attività produttive

del Comune di Portogruaro Paolo Bellotto – e che porteranno alla sottoscrizione di un protocollo

che coinvolgerà molti più soggetti, a partire dalle due Regioni, Veneto e Friuli Venezia Giulia. In

questa fase stiamo mappando la realtà esistente e studiando alcune ipotesi: abbiamo affidato a

professionisti specializzati uno studio preliminare per un servizio di distribuzione delle merci con

mezzi ecologici sulle nostre spiagge, un servizio quindi di citylogistics. Parallelamente stiamo

analizzando la possibilità di elettrificazione della ferrovia Portogruaro-Casarsa e devo dire con

sorpresa, nonostante se ne parli da oltre un decennio, che abbiamo scoperto come non sia mai

stato redatto un vero progetto o uno studio di fattibilità, anche se l’opera è inserita in numerosi

piani programmatici”.

Novità interessanti anche da Interporto Portogruaro e Savo: “L’attività dell’Interporto di Portogruaro

sta crescendo rapidamente – continua Bellotto – e quindi il progetto di ampliamento dei piazzali e

allungamento dei binari è sempre più attuale. Savo da parte sua inaugurerà dopo l’estate il primo

impianto di distribuzione di gas naturale per i veicoli merci di tutta l’area. È un passaggio molto

importante perché potrà servire in futuro sia i camion dual fuel previsti dalle nuove norme Euro 6

che i veicoli per la distribuzione delle merci sulle spiagge”.

Uno degli obiettivi dei promotori è anche quello di inserire queste attività progettuali nelle

programmazioni regionali, nazionali ed europee in tema di trasporti e logistica. Un primo risultato è

stato sicuramente l’estensione al Veneto Orientale del Programma europeo Seta (South European

Transport Axis) ufficializzato il 29 maggio scorso a Monfalcone. Il dott. Zanin in questo senso ha

illustrato le azioni che la Regione Veneto sta avviando in sinergia con Emilia-Romagna e Friuli

Venezia Giulia nell’ambito della programmazione europea 2014-2020 e alle quali il Progetto

Terzo Polo potrebbe agganciarsi per cercare di beneficiare dei finanziamenti che saranno messi a

disposizione dalla Comunità nei prossimi anni. E proprio nello spirito di “fare squadra” per proporre

progetti con un respiro ed una logica d’area vasta, il Tavolo Tecnico ha partecipato, nel pomeriggio

a Pordenone all’incontro degli Interporti aderenti al Progetto SETA. All’incontro hanno partecipato

anche dirigenti della Regione Friuli Venezia Giulia ed è stata la prima occasione per rendere

operativa la collaborazione fra le due Regioni su questi temi.

“Come ha sottolineato benissimo il presidente di Interporto Pordenone Giuseppe Bortolussi –

spiega ancora Paolo Bellotto – Pordenone e Portogruaro anche se formalmente in due Regioni

diverse sono al servizio di un’area geografica comune e operano entrambi nel medesimo corridoio

di trasporto. Una collaborazione fra noi e Interporto Pordenone è quindi naturale e ci ha trovati

immediatamente in sintonia. Abbiamo così deciso incontrarci nuovamente verso la fine di agosto

per valutare che iniziative proporre assieme, specialmente nei confronti delle opportunità offerte

dalla Comunità Europea. Insomma la nostra azione va avanti e dopo le ferie potremo disporre già

di alcuni elementi e opportunità attorno alle quali ragionare in concreto”.

Articolo di Redazione Venezia

Leggi anche...

CARMIGNANO DI BRENTA (PD) : Fa un volo 5 metri mentre sostituisce lamine di copertura di una stalla: grave 50enne

E’ caduto al suolo da un’altezza di 5 metri mentre stava cambiando delle lamine ondulate ...

Rispondi