Roshe Run Outlet, Nike Air Max 90 Outlet, Air Jordan Outlet
Home / Notizie / Eventi / PORTOGRUARO – IL TRIO DI PARMA APRE LA 32ESIMA EDIZIONE DEL FESTIVAL DI PORTOGRUARO

PORTOGRUARO – IL TRIO DI PARMA APRE LA 32ESIMA EDIZIONE DEL FESTIVAL DI PORTOGRUARO

Prende il via la 32esima edizione del Festival di Portogruaro che, dopo il successo dello scorso anno con il focus dedicato a Beethoven, si concentra ancora su un altro grande compositore tedesco: Johannes Brahms, autore-guida intorno al quale ruota tutta la proposta artistica di quest’anno, intitolata “Johannes. Brahms e l’innocenza”. La serata inaugurale è in programma giovedì 21 agosto alle 21 al Teatro comunale “Luigi Russolo” e vede protagonista il Trio di Parma, costituito dal pianista Alberto Miodini, dal violinista Ivan Rabaglia e dal violoncellista Enrico Bronzi. La formazione, che è nata nel 1990, rappresenta una delle realtà musicali più apprezzate in Italia e all’estero; ha suonato in sale come la Carnegie Hall di New York, la Philharmonie di Berlino, il Teatro Colon di Buenos Aires, la Konzerthaus di Vienna, la Wigmore Hall di Londra e molte altre. Per il concerto inaugurale del Festival il Trio di Parma propone l’integrale di Brahms per la classica formazione violino, violoncello e pianoforte, che offre una sorta di compendio dell’arte del compositore. Il Trio in si maggiore op. 8, con la sua appassionata esuberanza, può rappresentare la fase giovanile. Il Trio in do maggiore op. 87, con il suo lirismo inquieto e misterioso, l’aspetto più meditativo di Brahms. E l’ultimo, il Trio in do minore op. 101, con il suo lucido distacco dagli slanci espressivi del passato, può esprimere la fase più matura della produzione del compositore, che guarda al passato dall’alto dell’esperienza di un vita.

Il concerto è preceduto da uno degli approfondimenti del ciclo intitolato “Penombre”, in programma alle 18.30 alla sala conciliare del municipio di Portogruaro, con il musicologo Alberto Batisti che delinea i percorsi brahmsiani dal Lied alla musica strumentale.

«Durante tutto il corso del Festival – dice il Direttore artistico Enrico Bronzi – cercheremo di occuparci di Brahms da una prospettiva non ovvia, affiancando al repertorio fondamentale un tratto meno conosciuto del grande compositore di Amburgo. Negli anni di formazione, Brahms compilò con devozione un libricino in cui annotò i passi più significativi delle sue letture. Gli autori sono, in primis, Jean Paul e Novalis, ma non mancano Goethe, Lessing, Klopstock e molti altri. Decine di questi estratti che il compositore compilò sono incentrati sul tema dell’innocenza, a cui si ispira il titolo della manifestazione»

I biglietti per il concerto del 21 agosto vanno da 12 a 18 euro. La conferenza che lo precede è invece a ingresso libero. Per informazioni rivolgersi alla Fondazione Musicale Santa Cecilia di Portogruaro: tel. 0421 270069, email info@festivalportogruaro.it, websitewww.festivalportogruaro.it.

Articolo di Redazione Venezia

Leggi anche...

PADOVA: IL GRUPPO UNIEURO ASSUME E RIAPRE IL PUNTO VENDITA DI ALBIGNASEGO

La notizia che il Gruppo Unieuro ha rilevato il punto vendita di Albignasego impegnandosi a ...

Rispondi