Roshe Run Outlet, Nike Air Max 90 Outlet, Air Jordan Outlet
Home / Notizie / San Donà: OTTOBRE IN ROSA, MURER: «FONDAMENTALE LA PREVENZIONE»

San Donà: OTTOBRE IN ROSA, MURER: «FONDAMENTALE LA PREVENZIONE»

Ottobre in rosa, San Donà sostiene la prevenzione per il tumore al seno promossa da Andos. Dalle iniziative più simboliche quali “accendere” il Municipio di rosa venerdì 21 ottobre alle 19, come segno di attenzione verso chi combatte e ha combattuto un tumore al seno. L’esperienza verrà ripetuta anche sabato 22 e, nel fine settimana successivo, il 28 e 29 ottobre. Già alcuni angoli della città, tra cui lo stesso Municipio, sono stati decorati con fiocchi rosa. «Il rosa è divenuto il colore della prevenzione del tumore al seno – spiega l’assessore alla salute Maria Grazia Murer – e San Donà illuminerà di quel colore un proprio monumento come già avviene alla Tour Eiffel o al Cristo Redentore di Rio. È un modo per ricordare l’importanza fondamentale della prevenzione per la cura dei tumori».

Di carattere più concreto le visite gratuite nel camper Andos posizionato in piazza Indipendenza, il 29 ottobre dalle 9 alle 12, da parte del senologo Carmelo D’Atri. «L’incidenza del cancro al seno è di 1 caso ogni 8 donne, a prescindere dall’età, e questa proporzione coincide, anche senza avere dati certi, con quanto riscontriamo nel nostro vissuto comune – così Antonella Parcianello, presidente Andos – Vuol dire che a San Donà sono direttamente interessate oltre 2700 donne. Per questo è fondamentale la prevenzione, a partire dall’autopalpazione. Inoltre le nuove tecnologie diagnostiche di imaging, sempre più precise e sofisticate, ci consentono oggi di individuare lesioni in fase iniziale e in questi casi la probabilità di guarigione è di oltre il 90 per cento».

Proprio alla diagnostica integrata del tumore alla mammella è dedicata, venerdì 28 ottobre alle 20,30 nella Sala Ronchi del Consorzio di Bonifica, una conferenza con il senologo Carmelo D’Atri e i radiologi Riccardo Dus e Leandro Rovaretti. Sempre il 29 ottobre, alle 18 al Consorzio di Bonifica, presentazione del libro Goccia dopo Goccia di Laura Percassi, socia Andos. Una settimana prima al Centro culturale Da Vinci, invece, sabato 22 ottobre sempre alle 20,30, proiezione a ingresso libero del film “Allacciate le cinture” di Ferzan Ozpetek e a seguire dibattito con la psicologa Lucia Moretto. «Il 30 per cento dei tumori al seno viene diagnosticato nelle donne al di sotto dei 50 anni, fascia di età esclusa dal programma di screening per ora previsto dal Sistema sanitario nazionale e riservato alle sole donne di età compresa tra i 50 e i 69 anni – aggiunge Parcianello – perciò l’auspicio è che la Regione Veneto faccia quanto già realizzato dalle sole Regioni Emilia-Romagna e Lazio, estendendo il programma di screening anche al di sotto dei 50 anni».

Articolo di Roberto Mattiussi

Passione per il giornalismo, Webmaster, esperto Seo & On Line Marketing. Precedentemente anche Dj, Tecnico-Informatico , Regista in diverse Radio. Laurea nel 2004. Tutte le sere conduce il Telegiornale del FVG su Cafè24. Orari Tg: 19:20, 21:00, 00:05, 07:20. Tutte le mattine in onda su Radio Fantasy con la rassegna stampa alle 06:00, 06:30, 07:00, 07:30, 08:30.

Leggi anche...

PADOVA: IN POCHI GIORNI RACCOLTE 700 FIRME CONTRO LA FATTURAZIONE ELETTRONICA COME E’ STATA PROPOSTA DALL’ATTUALE GOVERNO .

In pochi giorni i circoli cittadini  di Fratelli d’Italia di Padova hanno già raccolto oltre ...

Rispondi