Roshe Run Outlet, Nike Air Max 90 Outlet, Air Jordan Outlet
Home / Notizie / Cronaca / SAN DONA’ DI PIAVE – DISCARICHE ABUSIVE, MULTE DA 500 EURO GRAZIE ALLA VIDEOCAMERA

SAN DONA’ DI PIAVE – DISCARICHE ABUSIVE, MULTE DA 500 EURO GRAZIE ALLA VIDEOCAMERA

Hanno cercato di negare di essere gli autori di alcuni conferimenti abusivi di rifiuti nel parcheggio di via Ereditari. Di fronte alle immagini del sistema di videosorveglianza che aveva chiaramente inquadrato i loro volti e le targhe della loro auto hanno dovuto ammettere le proprie responsabilità.

 

Prime due sanzioni comminate, per illegittimo conferimento di rifiuti, con l’ausilio del sistema di videosorveglianza di cui si è dotato l’amministrazione.  di 500 euro comminata dalla Polizia Locale a due cittadini italiani, residenti a San Donà di Piave. Hanno abbandonato l’uno alcuni ingombranti, tra cui un vecchio televisore, e l’altro alcuni bidoni di vernice vicino ai bidoni della spazzatura all’angolo tra il parcheggio di via Ereditari e via Venezia. «La zona spesso è stata utilizzata come discarica proprio perché relativamente isolata, coperta dalla centralina Enel e priva di finestre che si affaccino direttamente sull’area – spiegano dalla Polizia Locale – Tanto che, negli anni scorsi, per riuscire a scoprire gli autori di alcuni conferimenti abusivi avevamo dovuto rovistare nei rifiuti alla ricerca di qualche elemento identificativo».

 

L’area era stata recentemente sgomberata dall’ennesima discarica da parte di personale Veritas. Ma stavolta in zona era stato occultato un sistema di videosorveglianza. «Il fenomeno degli abbandoni abusivi di rifiuti non presenta a San Donà picchi particolarmente gravi – spiega l’assessore all’ecologia Luca Marusso – ma c’è ancora qualcuno che continua con questi comportamenti illegittimi e per questo l’amministrazione si è dotata di un apparecchio specifico immediatamente dopo la decisione del Garante della Privacy che ha ampliato i margini di utilizzo di sistemi di videosorveglianza per la tutela ecologica, prima consentito solo nelle eco-piazzole destinate alla raccolta dei rifiuti pericolosi ».

 

I risultati non si sono fatti attendere. «Abbiamo iniziato con controlli campione dalle discariche abusive segnalate dai cittadini – spiega Marusso – La videocamera, ad alta definizione, ha dimostrato di essere in grado di leggere anche in orario serale un numero di targa o identificare un volto». Per l’abbandono di rifiuti il regolamento comunale prevede sanzioni da 100 a 500 euro, cui possono aggiungersi sanzioni molto più pesanti, comminate a livello statale, nel caso di vere e proprie discariche o, nei casi più gravi, anche procedimenti penali. «Conviene di più rischiare di pagare 500 euro di multa – chiede l’assessore – o conferire senza alcun costo gli ingombranti all’ecocentro di via Maestri del Lavoro o anche prenotare il ritiro a domicilio chiamando il numero 800.173327 ?» Il sistema di videosorveglianza continuerà ad essere posizionato sia nelle aree abitualmente utilizzate come discariche sia in altre zone della città, in maniera assolutamente casuale.

Articolo di Redazione Venezia

Leggi anche...

MIRANO (VE) : continuano le ricerche di una donna scomparsa da ieri .

Continuano le ricerche dei vigili del fuoco della donna di Mirano, di cui non si ...

Rispondi