Roshe Run Outlet, Nike Air Max 90 Outlet, Air Jordan Outlet
Home / Notizie / Cronaca / SAN DONA’ DI PIAVE – INCENDIATE NELLA NOTTE LE AUTO DELLA POLIZIA LOCALE

SAN DONA’ DI PIAVE – INCENDIATE NELLA NOTTE LE AUTO DELLA POLIZIA LOCALE

Questa notte attorno alle 4 del mattino nel comando della Polizia Locale di San Donà in via Ungheria Libera un incendio di origine dolosa, ha distrutto quattro automobili. Tre sono mezzi delle Polizia Locale stessa, tra cui  e la quarta un furgoncino utilizzato come ufficio mobile, con ingente attrezzatura. La quarta è un’utilitaria utilizzata generalmente dai messi comunali. L’incendio ha provocato anche danni all’edificio del comando. A dare l’allarme un residente di un condominio vicino. Pronto l’intervento dei vigili del fuoco che però non ha potuto evitare la completa distruzione dei quattro mezzi. Il sindaco, intervenuto sul luogo già dalle 5 del mattino, ha convocato al Comando la riunione della Giunta comunale prevista in Municipio, come segno di risposta da parte dell’istituzione. In corso le indagini delle Forze dell’Ordine.

DEFIBRILLATORE BRUCIATO n 300x180 SAN DONA DI PIAVE   INCENDIATE NELLA NOTTE LE AUTO DELLA POLIZIA LOCALE

Rilevato, un foro nella recinzione che circonda il Comando, già Caserma dei Carabinieri circondata da rete e filo spinato. Il foro, evidentemente realizzato con una tronchese o simili, si trova nella parte più distante dalla strada. Si può quindi presumere che gli autori del gesto abbiano attraversato il giardino del condominio per poi introdursi nello spazio dove si trovavano le auto.

FOTO ALTO6 o 300x179 SAN DONA DI PIAVE   INCENDIATE NELLA NOTTE LE AUTO DELLA POLIZIA LOCALE

Tra le dotazioni delle auto andate distrutte, oltre a un computer, un pos e vari rilevatori, spicca il defibrillatore in uso agli agenti. «Si tratta di uno strumento salvavita e basta questo elemento a definire quanto odioso è un gesto del genere» è il commento a caldo del sindaco di San Donà di Piave Andrea Cereser che aggiunge: «Non abbiamo ricevuto minacce particolari e non sappiamo chi possa essere stato, ma la dinamica fa pensare che gli autori abbiano studiato il territorio. Gesti del genere dimostrano come la Polizia Locale stia facendo il proprio dovere. Anche per questo non ci facciamo intimidire e il servizio non è stato interrotto. Non viene meno la fermezza nel controllo del territorio tanto che questa mattina stessa gli agenti erano in giro, con le auto rimaste e con altri mezzi del Comune, a presidiarlo e svolgere i normali controlli. Ancora difficile una stima complessiva dei danni, che sono comunque ingenti, ma i mezzi erano assicurati. Auspico che la Città sappia essere vicina al corpo di Polizia Locale».

 

Di «gesto inspiegabile» parla la comandante della Polizia Locale, Danila Sellan. «Sono andate distrutte attrezzature importanti ma, utilizzando i veicoli del Comune, riusciamo a superare l’emergenza – spiega la comandante – soprattutto ci faremo trovare pronti per l’apertura delle scuole, lunedì prossimo».

Articolo di Redazione Venezia

Leggi anche...

ABANO TERME :I CARABINIERI ARRESTANO ALTRI DUE ALBANESI STRONCANDO UN TRAFFICO DI COCAINA PURA ALL’85% GESTITO DA UN’ASSOCIAZIONE A DELINQUERE COMPOSTA DA 6 PERSONE .

Salgono a 6 persone , con i 2 effettuati nella mattinata odierna, gli  arrestati  dai ...

Rispondi