Roshe Run Outlet, Nike Air Max 90 Outlet, Air Jordan Outlet
Home / Notizie / Cronaca / SAN DONA’ DI PIAVE: SCOMPARSA MOIRA ORFEI, CAMERA ARDENTE AL CENTRO CULTURALE

SAN DONA’ DI PIAVE: SCOMPARSA MOIRA ORFEI, CAMERA ARDENTE AL CENTRO CULTURALE

Omaggio a Moira Orfei dalla città in cui aveva fissato la residenza. Allestita al Centro culturale da Vinci, in piazza Indipendenza, la camera ardente per il volto più noto del circo italiano, Moira Orfei, che a San Donà aveva fissato la propria residenza da oltre 30 anni. «È un riconoscimento al valore culturale dell’arte circense e del suo simbolo, Moira Orfei, di cui va ricordata anche  l’attività nel mondo del cinema, dove ha lavorato con i maggiori registi, o della moda – così il sindaco Andrea Cereser – È stata un’icona italiana tra le più riconoscibili ed è un onore che abbia fissato qui il centro della sua vita da giramondo, in un luogo storico quale è villa Ancillotto. Qui sono andati a scuola i suoi nipoti e vivono i suoi parenti, e San Donà è stata per Moira Orfei il luogo più vicino al concetto di casa».

La camera ardente è stata allestita, in maniera molto sobria, al piano terra del Centro culturale questa mattina. Sarà aperta al pubblico dalle 13 alle 19 e di nuovo domani mattina dalle 8,30 fino al momento delle esequie, che si terranno in Duomo alle 15,30. Ad accogliere l’arrivo del feretro, questa mattina, il sindaco Andrea Cereser e il vicesindaco Luigi Trevisiol, che sono stati i primi, insieme ad alcuni parenti, a rendere omaggio all’artista scomparsa. Sulla bara spicca il vero nome della Orfei, Miranda, mentre accanto è posto uno schermo su cui scorrono immagini e filmati che ricordano la vita dell’artista, dalla bellezza prorompente della giovinezza all’immagine inconfondibile degli ultimi anni.

La permanenza in città di Moira Orfei si concentrava soprattutto in alcuni periodi estivi, quando il suo circo stazionava per lungo tempo a Jesolo o sul litorale, e nelle pause tra una tournée e l’altra. Golosa di gelati, è ricordata come assidua frequentatrice delle gelaterie cittadine. «Ho visto più volte Moira Orfei in città e ho un ricordo molto vivo di Walter Nones, il marito, anche per ragioni professionali – ricorda il vicesindaco Luigi Trevisiol – E poi c’è il ricordo infantile del circo di Moira che arrivava, con gli elefanti e le sfilate, e tanta magia».

Il feretro verrà condotto domani al Duomo da una carrozza con dei cavalli, secondo la migliore tradizione circense, che scorrerà lungo piazza Indipendenza e l’isola pedonale di corso Silvio Trentin. Le ceneri riposeranno nel cimitero di San Donà di Piave.

Articolo di Roberto Mattiussi

Passione per il giornalismo, Webmaster, esperto Seo & On Line Marketing. Precedentemente anche Dj, Tecnico-Informatico , Regista in diverse Radio. Laurea nel 2004. Tutte le sere conduce il Telegiornale del FVG su Cafè24. Orari Tg: 19:20, 21:00, 00:05, 07:20. Tutte le mattine in onda su Radio Fantasy con la rassegna stampa alle 06:00, 06:30, 07:00, 07:30, 08:30.

Leggi anche...

Solesino (PD): minacce di morte al sindaco Elvy Bentani

VERGOGNOSE #MINACCE DI #MORTE CON DENTRO #PROIETTILI, MA NON SONO PER NULLA #INTIMIDITO, SONO DISPOSTO ...

Rispondi