Roshe Run Outlet, Nike Air Max 90 Outlet, Air Jordan Outlet
Home / Notizie / SAN DONA’ DI PIAVE – LA SERVICE MED SAN DONA’ SI ESALTA CON BRESCIA

SAN DONA’ DI PIAVE – LA SERVICE MED SAN DONA’ SI ESALTA CON BRESCIA

La Service Med San Donà batte il Volley La Sportiva e mette un mattone sulla salvezza. Tre punti d’oro per le

ragazze di Giuseppe Giannetti e Alberto Canzian, al termine di una partita giocata a ritmi molto alti e che ha

evidenziato la voglia di riscatto dopo l’inciampo di Porcia, dove alcune disattenzioni ne avevano determinato il

risultato. Attenzione e determinazione a parte, la differenza rispetto a martedì il prezioso lavoro sotto rete (14 a

11 i muri) e l’efficacia delle battute: a Porcia collezionati 17 errori al servizio e fatti 2 soli ace, al “Barbazza” 3

soli errori e 7 ace.

Nel sestetto base non c’è Pamela Cesario Greggio, costretta alla panchina per un problema di salute. Al suo

posto Sofia Martinelli: la quattordicenne sarà in qualche modo protagonista della rimonta nel primo set, per poi

togliersi la soddisfazione di realizzare il punto partita con uno spettacolare muro.

La partita nell’insieme è bella: finalmente di fronte una squadra che non gioca “sporco”, ma a viso aperto, con

ritmi veloci e che non molla mai e che ha nell’ottima difesa uno dei suoi punti di forza. E che sarà uno scontro

senza esclusioni di colpi lo si capirà fin dal primo set, con le due squadre che graffiano, sorpassano e poi si

fanno rimontare, alternandosi. I due time-out tecnici sono per le ospiti: 6/8 (dopo un break di 0/5) e 13/16. Ma il

bello è che la Service Med non molla un colpo e sbaglia poco. Sul 18/21 va al servizio Martinelli: break di 7/0 e

vittoria. Per la cronaca, la giovane centrale realizzerà tre ace.

Nel secondo set l’inizio è buono, ma la stanchezza, per quanto fatto nel primo, si fa sentire e annebbia la mente.

Si inizia a sbagliare ed in attacco non si punge più; si prova anche con il cambio in cabina di regina, con Emma

Bateman per Roberta Carraro. Ma il Volley La Sportiva va via sul velluto e vince facile.

Bastava respirare un po’, perché il terzo set è tutto per le sandonatesi. Si riesce a colpire da ogni parte e

soprattutto non si sbaglia praticamente nulla.

Ma le ospiti non hanno proprio nessuna intenzione di mollare. Ne guadagna lo spettacolo. Si lotta punto a

punto, anche se è la Sportiva a condurre, con un vantaggio massimo di tre punti. Ma la Service Med c’è: break

di 5/0 e secondo tecnico in vantaggio 16/14. Le bresciane recuperano presto, ma ogni volta che provano a

scappare, ecco rifarsi sotto il San Donà. Time out chiamato da Giannetti sul 21/22: al rientro in campo tre punti

di Grigolo e il grande muro di Sofia che vale il 25/22, ovvero i tre punti. Ora la zona salvezza è a più 17 punti

(guarda caso, come il numero di maglia di Martinelli), a sette giornate dalla fine.

Articolo di Redazione Venezia

Leggi anche...

ABANO TERME (PD) : VISITA DELL’ASSESSORE DE BERTI AL CENTRO CONTROLLO AL TRAFFICO E ASSISTENZA AL VOLO AERONAUTICO

L’Assessore regionale ai lavori pubblici, infrastrutture e trasporti Elisa De Berti ha fatto visita oggi ...

Rispondi