SAN DONA’ DI PIAVE: VIA MAZZINI, CADUTO ALBERO IN AREA VERDE

Questa mattina, attorno alle 5, un albero è caduto in un’area verde nei pressi di via Mazzini, senza provocare danni né vittime. La caduta è stata provocata, verosimilmente, da cause meteorologiche. A una prima analisi le radici dell’albero sono risultate gravemente cariate, elemento che, secondo i tecnici, è molto difficile da prevedere. «Fortunatamente l’episodio non ha avuto conseguenze – così l’assessore all’ecologia Luca Marusso – Quanto avvenuto dimostra che, quando l’amministrazione decide di abbattere degli alberi non lo fa per improvviso piglio anti-ecologista, ma per fondati motivi di sicurezza».

Tra le ragioni di sicurezza che possono portare all’abbattimento di alberi anche i danni provocati al fondo stradale, che possono risultare pericolosi per ciclisti e automobilisti. «Importante è il principio di compensazione, in base al quale ogni albero di cui si rende necessario l’abbattimento va sostituito, o nello stesso luogo o altrove – aggiunge Marusso – Il filare abbattuto in via Dante verrà ripristinato con un’alberata più omogenea e con aiuole più larghe per dare più spazio alle radici delle piante. L’allargamento delle aiole è stata una soluzione adottata anche nel rifacimento di viale Primavera, dove gli alberi sono stati invece mantenuti poiché la loro età è tale che entro alcuni anni dovrebbero concludere il loro ciclo vitale e quindi dovrebbero essere naturalmente sostituiti con essenze meno impattanti. Ogni grande albero “pulisce” l’aria di circa 60 kg di CO2 all’anno, contribuendo in maniera decisa alla qualità dell’ambiente. Per tutti questi motivi si è deciso di non abbatterli».