SAN GIORGIO IN BOSCO (PD) : PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE DEMANSIONATO DA MILITANTE A SOSTENITORE

 ZANFARDIN (LEGA): “PROVVEDIMENTO AD OROLOGERIA CONTRO UNA MIA CANDIDATURA A SINDACO. I CITTADINI DALLA MIA PARTE, CONTRO QUESTI GIOCHI DI PALAZZO: CONTINUERÒ IL MIO IMPEGNO AMMINISTRATIVO A FAVORE DELLA MIA COMUNITÀ”  Il Presidente del Consiglio Comunale di San Giorgio in Bosco Fabio Zanfardin, storico tesserato della Lega sangiorgense, è stato recentemente demansionato da militante a sostenitore: il provvedimento di demansionamento gli è stato notificato dalla segreteria provinciale della Lega padovana nei giorni scorsi. “Ho ricevuto, con stupore, la notifica del mio demansionamento da militante a sostenitore: la segreteria provinciale ha ratificato la proposta della sezione cittadellese della Lega, motivata da una ipotetica scarsa attività di militanza a Cittadella” spiega il Presidente Zanfardin, “un mero stratagemma, considerato che la mia attività di militanza l’ho svolta da sempre a San Giorgio in Bosco, dove sono Amministratore comunale da quasi 10 anni e dove risulto, a contrario di altri, uno dei tesserati storici al partito”.