SAN GIORGIO IN BOSCO (PD ) : VITA DURA PER I LADRI IN APPARTAMENTI , DUE MINORENNI DENUNCIATI DAI CARABINIERI IDENTIFICATI DALLE IMPRONTE DIGITALI .

Il 14 maggio scorso a  San  Giorgio in Bosco (PD), due ladri dopo aver forzato un infisso dell’abitazione di un rumeno  46enne, riuscivano ad asportare una somma di 200 euro, poiché costretti a fuggire dal rientro  improvviso del proprietario.

L’attività di sopralluogo eseguita dai Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Cittadella, consentiva di  fotografare e prelevare dalla superficie degli oggetti e degli infissi toccati dai ladri, alcune impronte digitali che sono state poi  trasmesse al R.I.S   di Parma per le successive analisi dattiloscopiche e la comparazione con le impronte presenti in archivio. Gli accertamenti tecnici, il cui esito è giunto in questi giorni ha consentito di dare un identità certa agli autori del furto che sono stati identificati per:

A., 17enne, di origini slave, ma nato del casertano, dove tuttora domicilia;  R., 16enne, anche lui di origini slave, nato e residente a Roma.

Per tale motivo, entrambi i minorenni sono stati denunciati in stato di libertà per il reato di furto in abitazione, aggravato in concorso dai Carabinieri della Stazione di Tombolo (PD), competente per territorio.