Roshe Run Outlet, Nike Air Max 90 Outlet, Air Jordan Outlet
Home / Notizie / Eventi / SI À DI DÎ DI SÌ DI DÌ, 10 anni di musica insieme. Un’autobiografia visiva della Banda Giovanile Regionale ANBIMA FVG: presentazione sabato 10 dicembre a Udine

SI À DI DÎ DI SÌ DI DÌ, 10 anni di musica insieme. Un’autobiografia visiva della Banda Giovanile Regionale ANBIMA FVG: presentazione sabato 10 dicembre a Udine

In occasione dei dieci anni della Banda Giovanile Regionale, Anbima FVG pubblica Si à di dî di sì di dì, un libro che ripercorre storia, numeri e protagonisti di questa formazione giovanile, nata dal progetto Campus “Musica Insieme” nel 2006.

Sabato 10 dicembre alle 17.00 presso la Sala Conferenze della Fondazione CRUPdi Udine avrà luogo la presentazione di questa pubblicazione, alla presenza del Presidente del Consiglio Regionale Franco Iacop, e dei rappresentanti dell’Anbima nazionale Giampaolo Lazzeri e regionale Eugenio Boldarino.

La seratamoderata da Alessio Screm, vedrà la partecipazione di quattro relatori, che tratteranno tematiche vicine a questa formazione giovanile, al ruolo delle bande nella società odierna e alla realizzazione e analisi del libro.

Interverranno il M° Marco Somadossi, Direttore artistico della Banda Giovanile Regionale Anbima FVG e docente presso il Conservatorio “J. Tomadini” di Udine, il Prof. Mauro Bubbico, curatore del progetto grafico Si à di dî di sì di dì e docente di Design della comunicazione visiva all’Isia di Urbino, il Prof. Gaetano Santangelo, Direttore di Amadeus, il mensile della grande Musicae il Prof. Marco Maria Tosolini, giornalista e musicologo.

Il libro Si à di dî di sì di dì nasce dall’idea di raccontare visivamente la Banda Giovanile Regionale Anbima FVG: durante il decimo Campus “Musica Insieme” – che si è concluso con un concerto al Sacrario Militare di Redipuglia – il fotografo Alfredo Chiarappa ha ritratto i giovani musicisti protagonisti di questo progetto. I grafici Mauro Bubbico e Giulia Cordin hanno curato il progetto grafico della pubblicazione, traducendo visivamente i “numeri” raccolti in dieci anni di esperienze e restituendo un’immagine di quanto è stato fatto, attraverso la pluralità di voci di chi ci ha lavorato e i contributi che hanno permesso al progetto di raggiungere importanti risultati.

Nata nel 2006 dalla lungimirante iniziativa del Maestro Marco Somadossi, e sostenuta con determinazione e convinzione dall’Anbima FVG, questa formazione ha negli anni centrato sempre di più l’attenzione sulla capacità di suonare insieme diventando una sorta di laboratorio musicale in cui il singolo si confronta, prova, si misura con l’altro, mette in comune le capacità individuali per raccogliere un entusiasmante risultato di gruppo. Il percorso della Banda Giovanile Regionale ANBIMA FVG si è distinto fin dal suo inizio per essersi spinto oltre il consueto, intraprendendo collaborazioni e attività spesso precluse a questo genere di formazione. Riecheggiano ancora nell’aria il concerto tenutosi il 28 dicembre 2008 al Teatro Nuovo Giovanni da Udine, in cui la Banda ha affiancato la voce unica dell’artista Antonella Ruggiero, quello del 31 agosto 2014 presso la Casa dello Spettacolo di Venezia in occasione della 71a Mostra del Cinema, quello del 5 settembre 2015 presso il Sacrario Militare di Redipuglia, in occasione del centenario dello scoppio della Prima Guerra Mondiale, e quello del 27 agosto 2016 presso la Fortezza di Osoppo nel quarantesimo anniversario del Terremoto del Friuli.

Articolo di Roberto Mattiussi

Passione per il giornalismo, Webmaster, esperto Seo & On Line Marketing. Precedentemente anche Dj, Tecnico-Informatico , Regista in diverse Radio. Laurea nel 2004. Tutte le sere conduce il Telegiornale del FVG su Cafè24. Orari Tg: 19:20, 21:00, 00:05, 07:20. Tutte le mattine in onda su Radio Fantasy con la rassegna stampa alle 06:00, 06:30, 07:00, 07:30, 08:30.

Leggi anche...

Crollo Ponte Morandi: morti Axelle, Melissa, Nathan e William, ventenni francesi diretti in Sardegna

Axelle Place, Melissa Artus-Bastit e Nathan Gusman, William Pouzadoux. Ci sono anche questi quattro ragazzi ...

Rispondi