Roshe Run Outlet, Nike Air Max 90 Outlet, Air Jordan Outlet
Home / Notizie / SPESSOTTO, (M5S): Qualità dell’aria a Venezia, Arpav viene meno ai suoi doveri di vigilanza

SPESSOTTO, (M5S): Qualità dell’aria a Venezia, Arpav viene meno ai suoi doveri di vigilanza

Venezia, 20 luglio 2016: “Il Presidente della Regione Luca Zaia dovrebbe spiegare a tutti i cittadini veneti, me compresa, che fine hanno fatto i rilevatori della qualità dell’aria che l’Agenzia Regionale per la Prevenzione e Protezione Ambientale del Veneto (ARPAV) si era impegnata pubblicamente ad installare nei pressi del sedime aeroportuale di Venezia, solo pochi mesi fa .

Questo era infatti il contenuto dell’impegno assunto con il Comitato Cittadini di Tessera e di Campalto, oltre che con l’Associazione La Salsola, da parte dell’Arpav, la quale aveva annunciato un sopralluogo – da effettuarsi entro il 15 marzo – proprio per individuare le abitazioni sulle quali posizionare  le colonnine di rilevazione della qualità dell’aria. Ma di questo sopralluogo neanche l’ombra, né hanno avuto risposta le richieste di spiegazioni avanzate dai comitati dei cittadini per conoscere i motivi del mancato rispetto degli impegni presi dall’Agenzia veneta.

Ricordo che  ARPAV è chiamata ad effettuare periodicamente  campagne di monitoraggio della qualità dell’aria in aree del territorio non completamente coperte dalle centraline fisse e che rilevazioni di questo tipo non sono mai state effettuate nei dintorni dell’aeroporto.

Eppure, è scientificamente dimostrato che le persone che risiedono nell’intorno di un aeroporto sono maggiormente esposte a disturbi che  riguardano soprattutto il sistema cardiocircolatorio e i polmoni – tra cui asma, patologie polmonari croniche e cancro polmonare – senza contare le sostanze altamente inquinanti che si depositano a terra, come conseguenza dei voli a bassa quota.

Ricordo inoltre che, stando al Masterplan 2015/2021, entro il 2021 il traffico aereo di Tessera aumenterà di circa il +32%, cioè ci saranno +39 mila voli (atterraggio e decollo) all’anno e il numero annuale dei passeggeri dovrebbe aumentare dagli attuali 8 milioni agli 11/12 milioni del 2021.

Il tutto nella totale mancanza – come più volte denunciato dalla sottoscritta sia a livello locale che nazionale con atti di sindacato ispettivo –  di opere di mitigazione ambientale”.

Articolo di Roberto Mattiussi

Passione per il giornalismo, Webmaster, esperto Seo & On Line Marketing. Precedentemente anche Dj, Tecnico-Informatico , Regista in diverse Radio. Laurea nel 2004. Tutte le sere conduce il Telegiornale del FVG su Cafè24. Orari Tg: 19:20, 21:00, 00:05, 07:20. Tutte le mattine in onda su Radio Fantasy con la rassegna stampa alle 06:00, 06:30, 07:00, 07:30, 08:30.

Leggi anche...

PADOVA : Blocco del traffico in città , si fermano anche gli Euro 4 e sui social scoppia la polemica

Informazioni a singhiozzo, mezzi pubblici poco efficienti, scarso preavviso. Davvero questo primo giorno di blocco ...

Rispondi