Roshe Run Outlet, Nike Air Max 90 Outlet, Air Jordan Outlet
Home / Notizie / Eventi / Staresani, il primo magazine cartaceo gratuito su alimentazione, terapie alternative, sani stili di vita

Staresani, il primo magazine cartaceo gratuito su alimentazione, terapie alternative, sani stili di vita

Si realizza anche il secondo step del progetto socio-educativo fortemente voluto dal compianto Adriano Ioan e portato avanti dalla giornalista e compagna Irene Giurovich: la nascita del magazine cartaceo Staresani.it, strumento informativo gratuito incentrato su alimentazione preventiva e curativa, terapie alternative e promozione di sani stili di vita. L’iniziativa ha preso il via nell’autunno del 2014, qualche mese dopo la comparsa della malattia che aveva colpito Ioan, con l’apertura del sito www.staresani.it, che continua la sua attività attraverso la pubblicazione di materiale scientifico anche su terapie alternative. Fra queste l’ipertermia oncologica il cui avanzamento viene seguito passo passo grazie all’amicia stretta con il ricercatore Sergio Maluta componente delle principali associazioni europee che studiano da anni gli effetti antitumorali del trattamento adiuvante.

Il disegno informativo si completa, per ora, con la fondazione del magazine i cui contenuti, al pari del sito, sono curati da Giurovich, appoggiata dalla Publistar, nella persona dell’amministratrice delegata Elena Iuri e con il supporto di Giandaniele Zilli. In questi mesi si stanno mettendo a punto importanti trade-union anche con altri portali di settore e con reti televisive interessate a veicolare i messaggi diffusi dal media Staresani distribuito principalmente in strutture mediche, farmacie, parafarmacie, ambulatori, ospedali, ortofrutta bio, associazioni che si occupano di tematiche socio-sanitarie, ristoranti e negozi che propongono menu per intolleranti, celiaci, vegetariani, vegani.

Il nostro obiettivo – dichiara Giurovich – è riuscire a scardinare pregiudizi atavici sul ruolo dell’alimentazione dimostrando la possibilità concreta di prevenire molte patologie e di riuscire a determinarne un rallentamento e, in alcuni casi, una regressione. Ci stiamo rendendo conto che la corretta alimentazione richiede messaggi continui di persuasione affinché il cambiamento parta dall’individuo, in maniera spontanea. Del resto si tratta di intervenire su un fattore di rischio decisivo che possiamo gestire noi stessi con le nostre scelte a tavola. Gli studi scientifici su cui ci basiamo per la nostra operazione sono sempre più numerosi e sempre più difficili da osteggiare”.

Articolo di Roberto Mattiussi

Passione per il giornalismo, Webmaster, esperto Seo & On Line Marketing. Precedentemente anche Dj, Tecnico-Informatico , Regista in diverse Radio. Laurea nel 2004. Tutte le sere conduce il Telegiornale del FVG su Cafè24. Orari Tg: 19:20, 21:00, 00:05, 07:20. Tutte le mattine in onda su Radio Fantasy con la rassegna stampa alle 06:00, 06:30, 07:00, 07:30, 08:30.

Leggi anche...

Crollo Ponte Morandi: morti Axelle, Melissa, Nathan e William, ventenni francesi diretti in Sardegna

Axelle Place, Melissa Artus-Bastit e Nathan Gusman, William Pouzadoux. Ci sono anche questi quattro ragazzi ...

Rispondi