TEATRO ASTRA, IN CODA PER IL TALENTO DI GIOVANNI ZANON

Due giorni nel segno della grande musica hanno visto il Teatro Metropolitano Astra gremito. Domenica 30 novembre gli eventi del periodo natalizio sono stati aperti dall’emozionante evento sinfonico che ha visto il fulcro nel celebre concerto per violino e orchestra di Tchaikovsky eseguito da uno dei principali giovani talenti musicali della scena internazionale, il violinista Giovanni Andrea Zanon con l’Orchestra “Gruppo d’Archi Veneto” in formazione sinfonica diretta da Maffeo Scarpis. Il concerto ha visto un ritardo iniziale per la folta coda di persone giunte il giorno stesso dell’evento per l’acquisto del biglietto, con numerose presenze anche dal padovano e trevigiano, richiamate dall’importante evento.

Altrettanto affollato e partecipato è stato il prestigioso appuntamento con l’Orchestra della Fenice del 1 Dicembre,  promosso dalla Fondazione Terra d’Acqua e Fondazione Venezia nell’ambito del progetto “Opera Metropolitana”. «Il teatro rappresenta un importante motore culturale cittadino, uno stimolo per aprire il cuore e la mente – così l’assessore alla cultura Chiara Polita – Particolarmente apprezzato da musicisti e pubblico anche per la qualità dell’acustica, il teatro sta riconfermando una grande potenzialità che interessa anche la musica».