Roshe Run Outlet, Nike Air Max 90 Outlet, Air Jordan Outlet
Home / Notizie / Eventi / TEATRO, A GORIZIA LA PRIMA NAZIONALE DI “Z, LE AVVENTURE DI ZORRO”.

TEATRO, A GORIZIA LA PRIMA NAZIONALE DI “Z, LE AVVENTURE DI ZORRO”.

Riparte con una attesa prima nazionale il cartellone dei “Pomeriggi d’inverno” a Gorizia, la Stagione regionale del teatro di Figura diretta da Roberto Piaggio e Antonella Caruzzi e promossa dal CTA. Sabato 16 gennaio, alle 16.30 al Kulturni Center Bratuz di Gorizia appuntamento con “Z le avventure di Zorro”,  la pièce portata in scena a due voci e quattro mani da Eudald Ferré e Luca Ronga, ispirata al film muto degli anni Venti  “The Mark of Zorro” di Fred Niblo che a sua volta riprendeva fedelmente la novella La maledizione di Capistrano, di Johnston McCulley, dalla quale ha preso il via la saga del popolarissimo eroe mascherato. Reduce da grandi successi sui palcoscenici spagnoli, la produzione teatrale di “Z le avventure di Zorro” ha matrice catalana ed è realizzata su testo di Jordi Jubany e di Lluís Graells, che ha curato anche la regia. Le musiche sono di Pep Boada. La biglietteria aprirà alle 16, info e prenotazioni presso CTA, tel 0481.537280 info@ctagorizia.it

La messa in scena di “Z le avventure di Zorro”, celebrata dalla critica catalana, dimostra come la tradizione dei burattini possa ancora oggi misurarsi con i linguaggi contemporanei: gli attori-burattinai – Eudald Ferré e Luca Ronga, maestri riconosciuti del teatro di Figura europeo –  portano a vista tutti i segreti dei burattini, in genere nascosti per tradizione dietro un telo o un teatrino, svelandone le tecniche senza perdere la magia del gioco burattinesco. I burattini escono dalle loro “gabbie” e il corpo dell’attore è assieme presenza scenica e nuova casa dei burattini. Com’è noto la saga di Zorro ruota intorno a un Governatore, assetato di potere, che riduce il suo popolo alla miseria. Gli ordini del tiranno sono eseguiti, senza remore e coscienza, da un esercito di soldati maldestri. Diego De la Vega, signore benestante, personaggio in apparenza ingenuo e innocente, interviene contro gli abusi del governo in aiuto del popolo e decide di nascondersi sotto una maschera nera, firmando ogni impresa con una Z. La Z di Zorro. E una storia che parla, attraverso archetipi narrativi, di oppressione, di buoni e cattivi, di ricchi e di poveri, di despoti.

Pomeriggi d’inverno sarà di scena fino al 5 marzo 2016 al Bratuž di Gorizia con sette spettacoli 2016: per ritrovare i classici dell’infanzia e declinare il piacere dell’avventura nelle sue diverse sfumature: dal “Robinson Crusoe” di Defoe alle scorribande del ladro di bestiame portate in scena da Gek Tessaro, dalle “Storie del buon Dio” narrate da Rilke, a un evergreen della fiaba per bambini, “La bella addormentata”, ripercorsa in un elegante gioco di linguaggi scenici.  Promossa come sempre dal CTA – Centro di Teatro d’Animazione e Figure, la Stagione dei “Pomeriggi d’inverno” è realizzata in collaborazione con la Regione Fvg e il Ministero dei Beni Culturali, e inoltre con il Comune di Gorizia, la Fondazione Carigo e il Credito Cooperativo Cassa Rurale e Artigiana di Lucinico, Farra e Capriva.

Articolo di Roberto Mattiussi

Passione per il giornalismo, Webmaster, esperto Seo & On Line Marketing. Precedentemente anche Dj, Tecnico-Informatico , Regista in diverse Radio. Laurea nel 2004. Tutte le sere conduce il Telegiornale del FVG su Cafè24. Orari Tg: 19:20, 21:00, 00:05, 07:20. Tutte le mattine in onda su Radio Fantasy con la rassegna stampa alle 06:00, 06:30, 07:00, 07:30, 08:30.

Leggi anche...

Crollo Ponte Morandi: morti Axelle, Melissa, Nathan e William, ventenni francesi diretti in Sardegna

Axelle Place, Melissa Artus-Bastit e Nathan Gusman, William Pouzadoux. Ci sono anche questi quattro ragazzi ...

Rispondi