TOP NEWSVENETO

BOVOLONE (VR) : Dopo ore di interrogatorio fermato Paolo Bissoli come indiziato di delitto.

Sono almeno tre i vicini che hanno visto, ieri mattina, attorno alle 8, Paolo Bissoli in strada a fumare davanti alla casa di famiglia, in via Grandi 17 a Bovolone, dove ha detto di aver trovato la madre morta: Maria Spadini, 70 anni,  uccisa a coltellate.  L’uomo è stato fermato come indiziato di delitto. C’era chi usciva per portare i bambini ai centri estivi, chi andava via per lavoro o per piccole incombenze. Una presenza insolita, quella di quel cinquantenne, in strada, malfermo sulla gambe, che si aiutava a camminare con delle stampelle, ma alla quale in quei momenti nessuno ha dato alcun peso.  Bissoli stava  aspettando i carabinieri che lui stesso aveva chiamato raccontando che sua madre anziana era stata accoltellata nella propria abitazione. Sul posto sono arrivati  i carabinieri e una prima ambulanza: sono stati proprio i primi soccorritori a chiedere l’intervento dell’elisoccorso di Verona Emergenza che è arrivato subito dopo le 8 nell’inutile tentativo di salvare l’anziana donna. È stato l’arrivo dell’elicottero che volteggiava su via Grandi a bassissima quota, rovesciando con il vortice d’aria vasi e fioriere, a far comprendere ai residenti che qualcosa di grave era accaduto proprio vicino a casa loro: nessuno infatti ha sentite rumori o urla provenire dalla casa.  Quando i medici di Verona Emergenza sono arrivati sul posto non c’era però più niente da fare per la signora Maria Celina Spadini, 80 anni compiuti lo scorso 10 marzo. Paolo Bissoli era  apparentemente calmo, indossava una polo verde e sembrava non manifestare emozioni. La signora Maria era conosciuta da tutti in zona. Era rimasta vedova da qualche anno e, ultimamente, aveva manifestato qualche problema di salute, dei forti dolori alla schiena la tormentavano negli ultimi tempi e si era quasi piegata in due. Era tuttavia autosufficiente ,  da sola andava al vicino supermercato dove le cassiere la conoscevano bene.

Pochi sapevano che con lei in casa c’era, domiciliato da un anno a Bovolone, l’unico figlio Paolo, nato nel 1969, avuto dal marito Giorgio Bissoli, deceduto da qualche anno. Il figlio viveva con la sua famiglia a Zevio, ma recentemente si era separato dalla moglie, con uno strascico di denunce per minacce e violenze nei confronti della consorte e delle due figlie per le quali era stato raggiunto anche dalla ingiunzione del Tribunale di non avvicinarsi ai congiunti.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button