TG MOTORITOP NEWSVENETO

MESTRE (VE) : FUOCO DELL’AMICIZIA – DAY 1  Roadbook di un’avventura per battere il COVID 19

É partito da Mestre – Venezia il 9 gennaio alle 8 del mattino il raid automobilistico ideato da Automobile Club Venezia e coorganizzato dal Consiglio Regionale Veneto. La rara Fiat Zagato 1100 103 T (15 di esemplari al mondo) Condotta da Jesusley Gomes (link esplicativo su te se vuoi) ha già percorso nella prima giornata 611 degli oltre 2600 km totali toccando le città di Klagenfurt, Graz e Vienna.

Non essendo un’habitué della guida di auto d’epoca ero preoccupata dai problemi di conduzione di una vettura con settant’anni di storia, lanciata in una corsa nelle avversità climatiche. Stradafacendo io e la Zagato siamo diventate amiche. La vettura è un gioiello e sembra desiderosa di aiutarmi a porta re quel messaggio di speranza ed amicizia che contraddistingue il nostro raid” dichiara l’ambasciatrice e pilota partita dall’Italia con il compito di testimoniare solidarietà nella comune lotta alla pandemia. In ciascuno dei capoluoghi Austriaci toccati la vettura è stata accolta da un comitato d’eccellenza venendo accolta dai sindaci e dai presidenti e direttori delle locali sedi ÖAMTC.

La città di Klagenfurt ricambia lo spirito d’amicizia e vicinanza manifestato dalla Regione Veneto” sono state le parole del sindaco Christian Scheider. La città, gemellata nel 2021 con la località balneare veneta Lignano Sabbiadoro, ha offerto un dolce dono al team italiano omaggiandolo con svariati deliziosi prodotti tipici e distintivi per la vettura donati dal locale automobile club rappresentato da Johanna Mutzl.

Anche in Graz ed a Vienna l’equipaggio – composto da una sola donna unico pilota di tutto il raid – ha incontrato un caloroso benvenuto. Elke Kahr sindaco dell’incantevole città di Graz ha, infatti dichiarato: “Abbraccio lo spirito di quesa iniziativa, solo reagendo e riscuotendoci potremo sconfiggere questa malattia e tornare a liberi di vivere in modo pieno la gioia degli spostamenti anche turistici”.

Per Oliver Schmerold Direttore ÖAMTC Wien “Quest’iniziativa incarna lo spirito che consentirà alle nostre genti di superare ogni avversità sconfiggendo la malattia e tornando a circolare liberamente per lavoro e diletto tra le nostre bellissime nazioni”. Un tratto distintivo accomuna il sentimento di tutte le amministrazioni e gli automobile club italiani ed austriaci che oggi si non simbolicamente riuniti: la voglia di tornare a farsi visita, godere delle bellezze dei nostri territori e della gioia dello scambio di idee. Reagire rispettando le regole, senza perdersi d’animo è la chiave per riuscirci.

Ogni cerimonia e l’intero Raid, voluto fortemente da Giorgio Capuis Presidente veneziano dell’Automobile Club d’Italia, si è svolta nel più stretto rispetto delle normative covid. L’ambasciatrice-pilota, i cameraman ed il meccanico che segue la vettura con un camion officina, si sottopongono, infatti, a ben due covid test al giorno, e non hanno contatti con soggetti non testati. Anche le prestigiose cerimonie di consegna delle bandiere donate dal Presidente della Regione Veneto e delle targhe celebrative del “Fuoco dell’Amicizia” – realizzate da ACI e simbolo dei valori di riscossa che accomunano i nostri popoli – avvengono, infatti nel più totale rispetto di ogni prescrizione sanitaria.

Secondo Jesusleny Gomes “Il ricordo più bello della prima tappa è stato l’onore di vedere il predente ÖAMTC compiere un giro di prova sulla FIAt Zagato dedicata all’evento. Quale immagine è migliore di questa per testimoniare l’amicizia e la fratellanza che ci legano”. Anche se la prima tappa non è stata priva di inconvenienti tecnici e di molti giusti controlli da parte delle autorità locali che hanno messo in serio pericolo il rispetto delle serrate tempistiche di marci, il Team Fuoco dell’Amicizia, Jesus e la mitica Zagato, hanno superato ogni ostacolo.

Oggi  il raid prevede una prima tappa a Linz per poi proseguire in direzione Germania, verso Bamberg, non senza avere attraversato Halstaff e Salzburg. Altre tappe altri amici da incontrare ed altre sfide!

 

 

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button