Roshe Run Outlet, Nike Air Max 90 Outlet, Air Jordan Outlet
Home / Notizie / TRIESTE – AUTOVIE VENETE, Gestione comune delle emergenze in autostrada

TRIESTE – AUTOVIE VENETE, Gestione comune delle emergenze in autostrada

Sottoscritto un protocollo internazionale di intesa fra Autovie e altri quattro Paesi europei. Terpin “Un unicum operativo che ci rende orgogliosi”

 

“E’ la prima concessionaria in Italia ad aver siglato un protocollo internazionale d’intesa per la gestione delle emergenze in autostrada, un accordo che oltre all’Italia coinvolge altri quattro Paesi (Austria, Slovenia, Croazia e Ungheria) e rappresenta un unicum operativo che ci rende orgogliosi, visto che è stato promosso proprio da noi”. Commenta così, il presidente di Autovie Venete Emilio Terpin,  l’accordo di collaborazione sottoscritto nei giorni scorsi ad Abbazia (per Autovie era presente il direttore operativo Enrico Razzini, affiancato dal direttore dell’esercizio Davide Sartelli e dal responsabile del settore viabilità e traffico Giovanni Cante) e già operativo, accordo che registra anche una new entry: l’Ungheria. Il lavoro che ha portato all’attuale risultato è iniziato nel 2009 fa con un protocollo d’intesa fra Autovie Venete, Asfinag la concessionaria austriaca e la slovena Dars,  per poi allargarsi via via ad altri Paesi. Periodiche riunioni di coordinamento, confronti fra le centrali operative delle Concessionarie che hanno pian piano armonizzato linguaggio, procedure e diffusione delle informazioni, hanno portato a un modello di gestione condiviso che si è rivelato estremamente efficace in molte occasioni: di fronte a condizioni meteo avverse come nevicate abbondanti o vento forte, in caso di incidenti particolarmente complessi, ma anche per seguire il tragitto trasporti eccezionali di enormi dimensioni o carichi di sostanze pericolose. “Il progetto è nato su iniziativa di Autovie perché siamo stati fra i primi – afferma il direttore Razzini  – ad adottare la piattaforma datex per la trasmissione dei dati in ambiente web, una tecnologia d’avanguardia, per la quale oggi si sta sviluppando la versione “datex2” e riconosciuta dalla Commissione europea come standard di riferimento per lo scambio di informazioni nel settore dei trasporti su strada”. A conferma di ciò, la scelta di Palmanova come luogo d’incontro per la riunione plenaria dedicata proprio all’approfondimento di questo strumento e alla sue applicazioni future. Dieci i Paesi coinvolti Olanda, Germania, Spagna, Svezia, Grecia, Romania, Gran Bretagna, Slovenia, Italia (con Autovie e il compartimento Anas Fvg), Finlandia e Portogallo, i cui tecnici, riuniti oggi nella sala riunioni della Caserma Montesanto puntano a diffondere l’uso di standard comuni e di un linguaggio univoco fra tutti i Paesi aderenti all’Ue, che permetta di armonizzare le procedure di intervento e di gestione dell’informazione ai viaggiatori sui principali corridoi europei.

Articolo di Redazione Venezia

Leggi anche...

PADOVA: IN POCHI GIORNI RACCOLTE 700 FIRME CONTRO LA FATTURAZIONE ELETTRONICA COME E’ STATA PROPOSTA DALL’ATTUALE GOVERNO .

In pochi giorni i circoli cittadini  di Fratelli d’Italia di Padova hanno già raccolto oltre ...

Rispondi