Roshe Run Outlet, Nike Air Max 90 Outlet, Air Jordan Outlet
Home / Notizie / Cronaca / Un fenomeno in Italia: Cristiano Ronaldo.

Un fenomeno in Italia: Cristiano Ronaldo.

Come tutti sanno, Cristiano Ronaldo è un nuovo giocatore della Juventus. Quanti tifosi hanno sperato per anni di leggere una notizia simile? Per tutti gli juventini fino a qualche mese fa sembrava solo un bel sogno, seppur irrealizzabile. Ed invece, dopo settimane di estenuanti trattative, voci e titoloni di giornali, il sogno è divenuto realtà.

Come si sta ambientando in Italia?

Una volta arrivato in Italia, la prima cosa fatta fuori dal rettangolo verde, è stata comprare casa. La scelta è ricaduta su una mega villa in una zona panoramica sulle colline di Torino, vicino a quelle di altri personaggi famosi del capoluogo piemontese. L’immobile è dotato di innumerevoli comfort tra cui: palestra, piscina coperta e solarium. Nei giorni liberi non perde occasione per utilizzare il proprio jet privato per raggiungere le bellezze del nostro Paese tra cui la Costiera Amalfitana e la Sardegna.

L’impatto del portoghese sulla serie A

Molti tifosi sono rimasti sorpresi dal fatto che Cristiano Ronaldo (cinque volte Pallone d’Oro e autore di ben 666 reti in competizioni ufficiali) fosse rimasto a bocca asciutta nelle prime tre giornate di campionato. Ma già dalla quarta giornata, l’attaccante è riuscito ad invertire questo trend creando una sfida a senso unico per la Juventus e rimanendo il favorito dai bookmakers per la vittoria della classifica marcatori del campionato italiano. Conoscendolo, possiamo essere sicuri che farà di tutto per raggiungere questo prestigioso traguardo.

Perché questa operazione sembrava così irrealizzabile?

La risposta alla domanda è sin troppo semplice: Cristiano Ronaldo non è un semplice calciatore. Il portoghese è un’icona dello sport moderno, una vera e propria macchina. Dati alla mano è lo sportivo al mondo più seguito sui social network: 134 milioni di seguaci su Instagram, ovvero il doppio degli abitanti dell’Italia. La Juventus è ferma a 11 milioni. Lo stesso discorso vale anche su Facebook: il portoghese conta 122 milioni di like, i bianconeri “solo” 33 milioni. Ma non finisce qui perché su Twitter vanta 74 milioni di followers, contro i 6 milioni della Juventus. Per rendere meglio l’idea della grandezza e della notorietà a livello globale del campione portoghese basta dire che su Twitter conta più seguaci di un certo Donald Trump, presidente degli Stati Uniti.

Le somme mosse da Ronaldo

Il fenomeno portoghese, con ben 30 milioni di euro annui di ingaggio netti, è il giocatore più pagato del campionato italiano, e non di poco. Al secondo posto in questa speciale classifica si posiziona l’argentino Gonzalo Higuain che guadagna 9,5 milioni annui netti. Una cifra importantissima ma che sembra nulla rispetto all’ingaggio mostruoso del portoghese. Perché questa disparità così evidente? Alla Juventus l’operazione Ronaldo, al momento è costata 130 milioni di euro, 100 per il cartellino e 30 per l’ingaggio. L’investimento del club bianconero, però, è stato ponderato e pensato nei minimi dettagli. Al momento, infatti, tralasciando l’immenso aumento di valore totale della società torinese, soltanto dalla vendita delle magliette del portoghese le proiezioni parlano di ricavi totali per oltre 60 milioni.

Tutti questi dati ci aiutano a comprendere perché, al di là del valore tecnico del giocatore, l’arrivo di Cristiano Ronaldo potrà essere decisivo non solo per i successi sportivi della Juventus. Servirà a ridare lustro al campionato di Serie A ed a risollevare le sorti di tutto il movimento calcistico italiano.

Come tutti sanno, Cristiano Ronaldo è un nuovo giocatore della Juventus. Quanti tifosi hanno sperato per anni di leggere una notizia simile? Per tutti gli juventini fino a qualche mese fa sembrava solo un bel sogno, seppur irrealizzabile. Ed invece, dopo settimane di estenuanti trattative, voci e titoloni di giornali, il sogno è divenuto realtà.

Articolo di Redazione Padova

Leggi anche...

PADOVA : OGGI E DOMANI Il SAB VISITA IRP PER LA VALUTAZIONE DELL’ATTIVITA’ SCIENTIFICA .

Una due giorni volta a valutare l’attività scientifica dell’Istituto di Ricerca Pediatrica Città della Speranza. ...

Rispondi