VENETO: BILANCI, CERESER: «NESSUNO STIPENDIO A RISCHIO», TREVISIOL: «QUESTI SONO ALLA FRUTTA»

CERESER

CERESER

«Babbo e Leo sono politicamente alla frutta se ricorrono alla disinformazione anche su un argomento di dominio pubblico quale il bilancio – così il vicesindaco Luigi Trevisiol – La delibera di bilancio, adottata in Giunta già a maggio, non solo è liberamente consultabile sul sito dell’amministrazione, ma è anche stata presentata durante una serie di incontri nelle frazioni. Sono stati esposti con onestà i problemi legati al calo dei trasferimenti e alla riduzione delle entrate che riguardano tutti gli enti locali italiani».

«Con mesi di ritardo Leo e Babbo fanno la scoperta dell’acqua calda – aggiunge Trevisiol – Squallida, poi, la citazione del caso Maggioli, gestito proprio da Oliviero Leo per tutto il tempo in cui è stato assessore alla sicurezza. Vuol dire che Leo non ha imparato nulla dall’esito delle recenti elezioni. I pochi voti che ha raccattato hanno mostrato impietosamente l’assenza di riscontro verso la sua figura politica. Babbo poi sembra non accorgersi di risultare imbarazzante anche per la stessa minoranza. Ma ormai siamo tutti abituati al macchiettismo, e abbiamo imparato a ignorarlo».

«Amministrazione è responsabilità, non disinformazione un tanto al chilo – conclude il sindaco Andrea Cereser – Responsabilità è adottare misure straordinarie, come ha fatto questa amministrazione, a partire dal calo degli oneri per la riconversione di capannoni e residenze, per rilanciare il lavoro. Disinformazione è spararla grossa per un po’ di consenso. E, ovviamente, nessuno stipendio è a rischio».