VENETO : LA DIRETTIVA GDF PER IL 2019; AZIONI A TUTTO CAMPO CONTRO LE FRODI FISCALI, IL LAVORO NERO, GLI SPRECHI DI DENARO PUBBLICO E LA CRIMINALITA’ ECONOMICO-FINANZIARIA

Il Comandante Generale della Guardia di Finanza, Gen. C.A. Giorgio Toschi, ha diramato ai Reparti una circolare operativa sull’attività di polizia economico-finanziaria del 2019.
In sintesi, la direttiva prevede piani d’intervento mirati volti ad intensificare l’azione di contrasto:
– all’evasione, all’elusione e alle frodi fiscali,nonché alle indebite compensazioni di debiti tributari e previdenziali con crediti inesistenti;
– al lavoro nero e irregolare e ai connessi fenomeni di illegalità (in primis, il caporalato e lo sfruttamento del lavoro in agricoltura);
– al contrabbando, sia di tabacchi lavorati esteri sia di carburanti;
– al trasferimento illecito di capitali all’estero da parte di soggetti che non hanno aderito alla “voluntary disclosure”;
– all’indebita percezione di sussidi e di prestazioni sociali agevolate da parte di “finti poveri”;
– agli sprechi di denaro pubblico, con particolare riferimento alla spesa sanitaria e previdenziale;
– all’assenteismo dei dipendenti pubblici, in virtù di uno specifico protocollo d’intesa siglato con il Ministro per la Pubblica Amministrazione;
– alla corruzione e alle frodi negli appalti, nel quadro di una collaborazione sempre più stretta con l’A.N.A.C.;
– al riciclaggio di denaro sporco attraverso cambiavalute, money transfer, operatori del gioco e compro oro;
– alla falsificazione monetaria e alla contraffazione di marchi e brevetti;
– all’infiltrazione della criminalità economica ed organizzata nell’economia legale, con particolare riferimento agli investimenti effettuati nei centri storici e nelle località ad alta vocazione turistica da parte di soggetti privi di adeguate capacità finanziarie.
Il Generale Giorgio Toschi: “Anche nel 2019 la Guardia di Finanza continuerà a fornire il proprio contributo alla crescita e allo sviluppo del Paese attraverso una mirata azione di contrasto a tutti gli illeciti a sfondo economico-finanziario. L’attività dei Reparti sarà orientata da analisi di rischio elaborate a livello centrale e da una “mappatura” analitica dei fenomeni di illegalità economico-finanziaria gravi, pericolosi e diffusi nelle varie aree geografiche del Paese”.