Roshe Run Outlet, Nike Air Max 90 Outlet, Air Jordan Outlet
Home / Notizie / Cronaca / VENETO ORIENTALE – LISTE D’ATTESA: TUTTE OLTRE IL 90% DEI TEMPI PREVISTI DALLA REGIONE VENETO

VENETO ORIENTALE – LISTE D’ATTESA: TUTTE OLTRE IL 90% DEI TEMPI PREVISTI DALLA REGIONE VENETO

“Le nostre liste d’attesa sono decisamente migliorate rispetto al passato, garantiamo i tempi per oltre il 90% delle prestazioni erogate. Siamo in linea con gli obbiettivi regionali ma non ci fermiamo qui: questo risultato è un punto di partenza per migliorare ulteriormente i servizi alla cittadinanza”. Sono dati estremamente positivi quelli che il direttore generale Carlo Bramezza snocciola relativamente alle liste d’attesa per l’anno 2014, che in questi giorni ha portato all’attenzione del presidente della Giunta Regionale, Luca Zaia.

Per quanto riguarda la classe di priorità “B” (entro i 10 giorni) è stata garantita per il 93% delle prestazioni; la classe di priorità “D” (30-60 giorni) per il 92% delle prestazioni; la classe “P” (entro   i 180 giorni) per il 99% delle prestazioni.

Più nel dettaglio, l’attività radiologica è stata articolata impiegando le apparecchiature presenti in azienda al massimo della loro potenzialità, garantendo l’utilizzo per 12 ore giornaliere, tenendo conto della collocazione nei tre presidi ospedalieri e la conseguente frammentazione dei radiologi e dei tecnici sanitari di radiologia medica. Secondo un loro calcolo tecnico, inoltre, con la presenza di un ospedale unico l’impiego delle apparecchiature di radiologia sarebbe ulteriormente elevabile a 16 ore giornaliere.

Relativamente alle mammografie il lavoro eseguito è stato notevole: 7.366 mammografie cliniche e non 800 come diffuso i giorni scorsi.

A conferma della buona organizzazione per queste prestazioni va tenuto presente che il 39% delle stesse sono rappresentate da esami clinico-strumentali delle mammelle che prevedono, nel corso della stessa seduta, l’effettuazione non solo della mammografia ma anche dell’ecografia delle mammelle e della visita senologica, evitando così alla paziente di dover prenotare ed eseguire un secondo esame (l’ecografia) a distanza di tempo. Alle 7.366 mammografie cliniche svolte nel 2014 vanno inoltre aggiunte 9.470 mammografie di screening che hanno consentito di effettuare un’importante riduzione delle liste d’attesa.

Ottimo l’andamento delle attività svolte in orario notturno, prefestivo e festivo  (RM, TAC, ecografie, mammografie, ecocolordoppler) per le quali sono state messe a disposizione della popolazione 1.698 ore di attività, equivalenti a 5.792 posti interamente occupati nelle fasce orarie 20.00-24.00 del lunedì e mercoledì, il sabato dalle 14.00 alle 20.00 e la domenica dalle 8.00 alle 20.00. L’attività è stata effettuata in 4 strutture aziendali (3 ospedali e Distretto Socio Sanitario di Portogruaro) e presso la struttura accreditata Casa di cura Giovanni XXIII di Monastier.

“Come premesso continueremo su questa strada per dare risposte sempre più efficaci ai cittadini – conclude Bramezza – . Non è infatti un caso se recentemente la Regione ha autorizzato l’acquisto di una nuova risonanza magnetica per l’ospedale di San Donà, la quale migliorerà ulteriormente il servizio reso alla cittadinanza e con esso le liste d’attesa; seguiranno poi altre novità rese note nel corso dell’anno”.

Articolo di Redazione Venezia

Leggi anche...

PADOVA : Continuano i controlli straordinari della Polizia di Stato in città disposti dal Questore

Ieri è scesa in campo una task force composta da pattuglie della Sezione Volanti dell’Ufficio ...

Rispondi