Roshe Run Outlet, Nike Air Max 90 Outlet, Air Jordan Outlet
Home / Notizie / Cronaca / VENETO : PROROGATE A GENNAIO E FEBBRAIO 2019 LE SCADENZE PER LA PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE DI FINANZIAMENTO ALLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE TURISTICHE DI MONTAGNA

VENETO : PROROGATE A GENNAIO E FEBBRAIO 2019 LE SCADENZE PER LA PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE DI FINANZIAMENTO ALLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE TURISTICHE DI MONTAGNA

Federico Caner, l’assessore al turismo e ai Fondi UE della Regione, ha tenuto fede all’impegno assunto con gli imprenditori turistici della montagna veneta: dopo il sopralluogo effettuato nei giorni scorsi nelle aree maggiormente colpite dalla devastante ondata di maltempo che ha interessato le ‘terre alte’ del Veneto, oggi, su sua proposta, la Giunta regionale ha approvato la proroga dei termini di scadenza per la presentazione delle domande relative ai bandi per i contributi finalizzati a investimenti innovativi delle piccole e medie imprese di montagna, previsti dal Por Fesr 2014-2020 e dalla Strategia per le Aree Interne della Spettabile Reggenza dei Sette Comuni.

In particolare, per presentare le domande di sostegno relative al bando Azione 3.3.4 sub. C di cui alla DGR n. 990/2018 (PMI di montagna), ci sarà tempo fino al 31 gennaio 2019, mentre per la presentazione delle domande relative ai bandi Azione 3.3.4 sub. B e Azione 3.3.4 sub. C di cui alla DGR n. 1278/2018 (Strategia Area Interna UM Spettabile Reggenza dei Sette Comuni) i termini sono stati fissati rispettivamente al 13 febbraio 2019 e al 18 febbraio 2019.

“Come evidenziato nella deliberazione – spiega Caner –, la calamità naturale che ha colpito il Veneto e più duramente i territori delle province di Belluno e Vicenza, provocando frane e crolli di infrastrutture e manufatti, lasciando numerose zone senza collegamenti elettrici, idrici e telefonici, determinando danni notevoli al patrimonio ambientale, condizionerà lo svolgimento delle attività economiche e rende pertanto necessaria una proroga dei termini di presentazione delle domande di sostegno relative ai bandi suddetti, al fine di consentire l’eventuale ridefinizione dei progetti in fase di elaborazione e maggiori tempi per acquisire la necessaria documentazione tecnico-amministrativa”.

“Una proroga dovuta – conclude Caner – nei confronti degli operatori che, senza perdersi d’animo e con grande forza e determinazione, sono già al lavoro per farsi trovare pronti all’ormai imminente apertura della stagione turistica invernale 2018/2019. La Regione è con loro”.

Articolo di Redazione Padova

Leggi anche...

PADOVA : Incendio al campo nomadi, la roulotte invasa dal fumo. Occupanti intossicati

Poteva andare peggio in via Sicco Polenton, tra via Bembo e lungargine Ziani, zona Ponte ...

Rispondi