Roshe Run Outlet, Nike Air Max 90 Outlet, Air Jordan Outlet
Home / Notizie / VENEZIA : Delitto Isabella Noventa . Chiesta la conferma delle condanne , sentenza d’Appello il 9 ottobre .

VENEZIA : Delitto Isabella Noventa . Chiesta la conferma delle condanne , sentenza d’Appello il 9 ottobre .

Sono tornati davanti al giudice i tre imputati nel processo sulla scomparsa di Isabella Noventa. Nell’aula bunker di Mestre l’accusa chiede la conferma della sentenza di Primo grado il 19 settembre scorso .
La prima udienza del processo d’Appello per l’omicidio della segretaria di Albignasego si è svolta senza grosse sorprese. Davanti alla Corte d’Assise d’Appello di Venezia i fratelli Sorgato e Manuela Cacco, condannati rispettivamente a 30 anni e 16 anni e 10 mesi di carcere il 22 giugno 2017 al termine del primo grado di giudizio. Il Gup Tecla Cesaro aveva assegnato a Freddy e Debora il massimo della pena consentita dal rito abbreviato, che in caso di condanna prevede lo sconto di un terzo della pena (nel caso dell’ergastolo si passa quindi a 30 anni).

I legali difensori hanno presentato ricorso in Appello e a distanza di quindici mesi il trio è nuovamente sul banco degli imputati. Anche in questo caso si procede con rito abbreviato. Il procuratore vicario Giancarlo Buonocore, ripercorrendo per quasi tre ore l’inchiesta curata dal Pm Giorgio Falcone, ha chiesto la conferma delle condanne. Impossibile, secondo la pubblica accusa, credere alla tesi del gioco erotico finito male, sostenuta da Freddy fin dal mese successivo alla scomparsa di Isabella.

Il cadavere di Isabella è uno dei punti chiave nella strategia della difesa. Secondo gli avvocati di Debora, senza il corpo non ci sono prove del delitto e i possibili moventi ricostruiti dall’accusa sarebbero solo congetture e illazioni. Il movente del delitto è forse la parte più oscura della vicenda, che ha legato in un gioco di morte i tre imputati.

Il denaro potrebbe però avere un peso maggiore nella vicenda, come testimoniano le indagini che hanno riguardato i Sorgato. A partire dal tenore di vita decisamente lussuoso di Freddy, eccessivo per camionista con la passione del ballo. Oltre al fatto che nella casa dell’ex compagno di Debora sono stati trovati 124mila euro in contanti e due pistole con le impronte dei fratelli. Ombre che si aggiungono a una storia complessa. Forse le risposte attese da due anni e mezzo arriveranno il 9 ottobre, data della sentenza di Appello.

Articolo di Redazione Padova

Leggi anche...

PADOVA : AFFLUENZA RECORD PER LE VIE DEL CENTRO CITTA’

Un centro affollato come non si vedeva da molto tempo. Erano davvero tantissime le persone ...

Rispondi