Roshe Run Outlet, Nike Air Max 90 Outlet, Air Jordan Outlet
Home / Notizie / Cronaca / VENEZIA – Embargo russo. Protocollo per sostenere il prodotto veneto

VENEZIA – Embargo russo. Protocollo per sostenere il prodotto veneto

“Italiano, meglio veneto” è il titolo del protocollo d’intenti

condiviso oggi a Palazzo Ferro Fini dal Presidente del Consiglio, Clodovaldo Ruffato,

dall’Assessore all’Economia e Sviluppo Maria Luisa Coppola, dal presidente della

Commissione Relazioni Internazionali, Nereo Laroni e dai rappresentanti delle

associazioni delle categorie del settore agroalimentare (Confagricoltura, V.to, Coldiretti,

CIA) e della grande distribuzione (Confcommercio V.to, Federdistribuzione, Unicom s.r.l.,

Aspiag service s.r.l., Commerciale Brondolan s.r.l., ALI’ S.p.A., Gruppo alimentare

Rossetto S.p.A., Supermercati Cadoro) . Obiettivo del documento quello di valorizzare e

promuovere la produzione agroalimentare veneta quale fattore strategico per la crescita

dell’economia regionale. L’impegno proposto dalla Regione si inserisce nel complesso

delle iniziative messe in atto per dare una risposta non solo alle conseguenze

dell’embargo russo per le merci provenienti dall’Unione Europea, che ha colpito in modo

particolare il Veneto, ma anche per rinnovare e innovare un settore che con l’embargo ha

evidenziato forti carenze strutturali. Il documento sottoscritto prevede che per tutelare e

promuovere i prodotti agroalimentari veneti la Regione intervenga presso il Governo

nazionale e gli Organismi europei affinché vengano valutati gli effetti negativi

dell’embargo sull’economia e sull’occupazione in Veneto, prevede azioni di

sensibilizzazione dei consumatori, prevede proposte progettuali da elaborare in

collaborazione con le imprese del settore agroalimentare e del commercio al dettaglio e

della grande distribuzione e sostenute con risorse finanziare regionali, statali e

comunitarie. Introducendo l’incontro l’assessore Isi Coppola ha ribadito che intento della

Regione è quello di mettere in sinergia i due settori, chiedendo in particolare maggiore

attenzione da parte della grande distribuzione verso l’agroalimentare veneto, messo in

forte difficoltà da questa situazione. E i rappresentanti della grande distribuzione hanno

risposto in modo positivo, a patto che il settore primario compia un salto di qualità sul

piano imprenditoriale, che non significa solo qualità del prodotto, ma anche capacità di

stare economicamente sul mercato. In questa logica il Presidente Ruffato, chiudendo

l’incontro, ha chiesto a tutti di “fare squadra per modernizzare un settore in grado di

competere sul mercato”.

Articolo di Redazione Venezia

Leggi anche...

PADOVA : ASSOLTO Mons. GINO TEMPORIN DALL’ACCUSA DI VIOLENZA SESSUALE AD UN EX ALLIEVO .

L’ex rettore del Seminario minore della Diocesi di Padova, mons. Gino Temporin, è stato nuovamente assolto ...

Rispondi