VENEZIA : NASCE IL GIOCO DELL’OCA DI VENEZIA

Nasce il  Gioco dell’Oca di Venezia ; è un gioco in scatola (il classico gioco dell’oca) che ha la peculiarità di avere come “caselle” alcuni luoghi particolari / caratteristici di Venezia, le immagini sono del fotografo veneziano Riccardo Roiter Rigoni; il gioco è completo di una guida che ha lo scopo di spiegare ogni “tappa” ed eventuali aneddoti. In questo modo quando le persone giocano, hanno la possibilità di conoscere la città a “colpi di dadi”.

Il Gioco dell’Oca di Venezia è da considerarsi adatto a bambini e adulti, per i Veneziani oltre che per i turisti (il gioco è in lingua italiana che inglese).

L’idea è nata nell’ambito del Progetto Ricrearti (ricreare attraverso l’arte), iniziativa ideata dall’artista coneglianese Debora Basei con l’intento di promuovere la conoscenza attraverso il gioco coinvolgendo, come desidera fare il progetto, persone nel disagio sociale. Nella fattispecie, il gioco è costituito da un tabellone, dadi, guida storica e tappi in sughero che diventano i “segnaposto” per i giocatori.

Il progetto che risponde ai requisiti di responsabilià sociale d’impresa (CSR) rilasciato dalla Camera di Commercio di Treviso e Belluno, è patrocinato da

Unioncamere Veneto, con il supporto della Regione Veneto e dell’Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Settentrionale.

Parte del ricavato delle vendite on line dal sito www.giocodellocadellecitta.it sarà devoluta al fondo della Regione Veneto “VENETO IN GINOCCHIO” per aiutare le popolazioni colpite dal maltempo.

“Il Gioco dell’Oca di Venezia è il secondo della collezione Gioco dell’Oca delle città, il primo è stato quello di Conegliano (TV); sono entrambi prodotti e distribuiti da Grafiche Battivelli, storica azienda di Conegliano (TV) giunta ormai alla 4° generazione”.