Roshe Run Outlet, Nike Air Max 90 Outlet, Air Jordan Outlet
Home / Notizie / VENEZIA : Paolo Biscaro presidente del Collegio Geometri di Venezia giudica positivamente il progetto di legge presentato dalla Seconda Commissione consiliare regionale

VENEZIA : Paolo Biscaro presidente del Collegio Geometri di Venezia giudica positivamente il progetto di legge presentato dalla Seconda Commissione consiliare regionale

“Il nuovo Piano Casa regionale che si sta delineando è uno strumento moderno che rispetta le esigenze di cittadini e ambiente: finalmente si parla di rigenerazione urbana in modo strutturato, con l’integrazione di norme che limitano il consumo del suolo ma al tempo stesso favoriscono la ripresa dell’edilizia. Chiunque opera nel territorio deve capire che oggi si deve puntare non più sul bisogno di residenzialità, ma sulla qualità del costruito, sulla vivibilità e la salubrità del contesto in cui viviamo”.
Il presidente del Collegio dei Geometri e Geometri Laureati della provincia di Venezia Paolo Biscaro giudica positivamente il progetto di legge appena presentato dalla Seconda Commissione consiliare regionale presieduta da Francesco Calzavara.

Il Nuovo Piano casa mira a coinvolgere in modo sempre più attivo Ordini e Collegi professionali nelle valutazioni tecniche e normative. Il Collegio veneziano dei Geometri si presenta in prima linea: “soprattutto – spiega Biscaro – per quanto concerne l’art. 5 comma 5 del DDL relativo all’intervento dei professionisti nel censimento dei fabbricati, i Geometri possono mettere a disposizione un continuo aggiornamento professionale e un’esperienza nel settore che permette di offrire un prezioso supporto nell’interpretazione delle norme e nell’espletamento delle pratiche”.
Anche nella commissione per la qualità architettonica, la cui costituzione è prevista dall’art. 19 “i geometri danno pieno supporto e disponibilità a essere coinvolti – rimarca il presidente -. La qualità nella progettazione urbanistica, architettonica e del paesaggio può e deve avvalersi delle competenze e conoscenze di tutte le categorie”.

A chi nutre dei dubbi sulla reale attuazione delle norme di salvaguardia ambientale, Biscaro risponde che: “il nuovo Piano, a nostro avviso, presenta già in questa fase una serie di parametri restrittivi che dovrebbero ridurre notevolmente se non azzerare le speculazioni edilizie che invece abbiamo riscontrato in alcuni casi negli ultimi anni. Inoltre prevede premialità superiori se si sviluppano i fabbricati in altezza invece che in profondità, permettendo così un sensibile risparmio del suolo”.
Anche il minor gettito previsto per i Comuni secondo Biscaro non dovrebbe verificarsi: “Certo – spiega -, una riduzione di premialità per i Comuni ci sarà come c’è sempre stata, senza incidere maggiormente rispetto al passato. Ricordiamoci che le nuove norme non sostituiscono la pianificazione urbanistica comunale, semmai la integrano”.

Articolo di Redazione Padova

Leggi anche...

PADOVA : INCENDIO IN UN APPARTAMENTO , 4 INTOSSICATI >ALL’OSPEDALE

Ieri pomeriggio  i vigili del fuoco sono intervenuti in via della Salute a Padova per ...

Rispondi