Roshe Run Outlet, Nike Air Max 90 Outlet, Air Jordan Outlet
Home / Notizie / Eventi / AL VIA LUNEDì “Il Dilemma Digitale”

AL VIA LUNEDì “Il Dilemma Digitale”

Al via il 21 settembre la messa in onda su Radio Rai3 di “Il Dilemma Digitale”, il documentario radiofonico che fa parte di “Memoria di Massa” un progetto ampio e di portata nazionale sulla questione del mantenimento delle memorie digitali, cui viene oggi affidato tutto il patrimonio di testi, immagini e filmati che la società produce; è a rischio infatti la loro non corretta conservazione che può provocare in un futuro la perdita di un patrimonio essenziale per la ricostruzione storica della vita socio-culturale di intere generazioni. Un problema che investe tanto i privati cittadini ma anche le istituzioni come Archivi, Musei e Cineteche.

La trasmissione del documentario radiofonico realizzato da Andrea Collavino e Renato Rinaldi, comprende dieci puntate divise in due tranche, in onda su Radio Rai3 nazionale ospite del programma TRESOLDI. Il primo ciclo di trasmissioni “Il Dilemma Digitale”, è dedicato all’archiviazione delle immagini in movimento, andrà in onda dal 21 al 25 settembre 2015. Nel panorama dei beni culturali infatti, le “immagini in movimento” formano un capitolo a parte, sia per la loro tardiva inclusione nel  patrimonio mondiale dei beni da proteggere e conservare sia perché, negli ultimi decenni, la loro produzione si è interamente  e definitivamente trasferita nel dominio digitale.

La seconda, sull’archiviazione di oggetti e beni artistici materiali, sarà trasmessa a febbraio 2016, per un totale di due ore e mezza di trasmissione in cui si parlerà di come le istituzioni culturali affrontano il problema. In regione in tal senso vi sono delle eccellenze come, la Cineteca del Friuli, il IPAC Istituto Regionale per il Patrimonio Culturale del FVG di Villa Manin di Passariano, Biblioteca Guarneriana, i laboratori LIDA dellUniversità di Udine e La Camera Ottica del DAMS di Gorizia e lArchivio di Stato di Udine. E sono state coinvolte anche realtà fuori regione come la Cineteca di Bologna, la Basilica di San Petronio, Fondazione Cini di Venezia, laboratorio FACTUM ARTE di Madrid, Consorzio interuniversitario CINECA e i laboratori di restauro OPENCARE di Milano. Le trasmissioni andranno in onda dal lunedì al venerdì dalle 19.45 alle 20.00.

Il documentario fa parte di un progetto più ampio realizzato con la collaborazione e il sostegno della Cineteca del Friuli, capofila del progetto, Radio RAI, IPAC Istituto Regionale per il Patrimonio Culturale del FVG di Villa Manin di Passariano,
Il Comune di San Daniele del Friuli attraverso la Biblioteca Guarneriana in collaborazione con l’Associazione Italiana Biblioteche la Cooperativa Informazione Friulana e l’associazione Lenghis dal Drac, ed è patrocinato dalla Regione FVG, e dall’Università di Udine, corso di laurea DAMS di Gorizia.

Seguiranno quindi nell’arco del 2015 e 2016 una serie di convegni, incontri e workshop con gli studenti per indagare sulla questione di come conservare quelli che sono considerati Beni Culturali ovvero le nostre memorie individuali e oggetti di uso comune.

Oltre al documentario radiofonico sono stato realizzati due brevi video introduttivi, che verranno ospitati sul portale del programma e diffusi sui social network.

Articolo di Roberto Mattiussi

Passione per il giornalismo, Webmaster, esperto Seo & On Line Marketing. Precedentemente anche Dj, Tecnico-Informatico , Regista in diverse Radio. Laurea nel 2004. Tutte le sere conduce il Telegiornale del FVG su Cafè24. Orari Tg: 19:20, 21:00, 00:05, 07:20. Tutte le mattine in onda su Radio Fantasy con la rassegna stampa alle 06:00, 06:30, 07:00, 07:30, 08:30.

Leggi anche...

Crollo Ponte Morandi: morti Axelle, Melissa, Nathan e William, ventenni francesi diretti in Sardegna

Axelle Place, Melissa Artus-Bastit e Nathan Gusman, William Pouzadoux. Ci sono anche questi quattro ragazzi ...

Rispondi