TOP NEWSVENETO

PADOVA : TRASLOCO MAGAZZINO PROTEZIONE CIVILE – SORANZO (FDI): “GIUNTA REGIONALE ANNULLI LA DECISIONE ASSUNTA DAL PRESIDENTE BUI”

  “Quanto accaduto è gravissimo: non si può pensare di spostare dall’oggi al domani una struttura così importante, senza neppure argomentare al Consiglio provinciale le ragioni di questa scelta e confrontarsi preventivamente con i tanti volontari della Protezione Civile che operano in quella struttura che è punto riferimento per i distretti e per i tanti gruppi comunali dislocati nel territorio padovano”.

Così il Consigliere Regionale padovano di ‘Fratelli d’Italia’ e già Presidente della Provincia di Padova Enoch Soranzo, commentando l’ipotesi di un imminente trasferimento del magazzino provinciale della Protezione Civile di via Cave verso una struttura acquisita dalla Zip in liquidazione.

“È inaccettabile che Consiglieri provinciali e volontari abbiano appreso solo in queste ore di questa scelta: una decisione che, a quanto pare, arriva in seguito ad un accordo avallato personalmente dal Presidente Bui. Non comprendo il senso di un’operazione che porterà a cambiare completamente la logistica e le modalità ed i tempi di intervento dei volontari, e a dislocare materiali e mezzi della Protezione Civile in un luogo ben distante dalla centrale operativa” continua Soranzo, “una decisione che, soprattutto, calpesta il servizio reso gratuitamente in questi anni dai tanti volontari di Protezione Civile che in questo luogo hanno trascorso ore e ore del loro tempo, mantenendo vivo ed efficiente questo luogo”.

“Auspico la Giunta regionale faccia valere le ragioni dei volontari, annullando questa decisione assunta da un Presidente a fine mandato, senza una benché minima concertazione” aggiunge ancora Soranzo, che conclude “sono davvero rattristato e dispiaciuto nel constatare che il Presidente Bui ha totalmente dimenticato il suo mandato che era volto ad ‘una Provincia di tutti’: ha spesso e volentieri assunto decisioni da uomo solo al comando, talvolta senza riuscire a far valere le ragioni dell’Ente. Spero dal 12 giugno, col termine del suo mandato, la Provincia di Padova possa tornare ad operare all’insegna della condivisione e dell’autorevolezza”.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button