TOP NEWSVENETO

SELVAZZANO DENTRO (PD) : SORANZO (FDI) REPLICA ALLE RECENTI DICHIARAZIONI DI ZOPPELLO

“Considero alquanto fantasiose le recenti affermazioni del segretario locale della Lega a Selvazzano, Giorgio Zoppello: alla stampa parla di tentativi di destabilizzazione da parte della lista civica Selvazzano Viva, quando è proprio la presenza della Lega in maggioranza – al fianco della sinistra civica e al Partito Democratico – a destabilizzare la cittadinanza”. Così il Consigliere regionale del Veneto di Fratelli d’Italia Enoch Soranzo, già Sindaco e attuale Presidente del Consiglio comunale di Selvazzano Dentro, replicando alle recenti affermazioni del locale segretario della Lega cittadina Giorgio Zoppello.
“Gli elettori, infatti, non comprendono più la logica politica di una Lega locale che per la poltrona ha appoggiato l’aumento delle tariffe per l’asporto rifiuti a fronte di drastici tagli al servizio” aggiunge Soranzo, “destabilizza poi l’elettorato che l’attuale Lega di palazzo, e dunque non più Lega di territorio, abbia votato il taglio degli aiuti alle famiglie per il pagamento delle bollette a fronte di maggiori spese per eventi e spettacoli, e che ora giustifichi pure i ritardi nelle asfaltature, nella manutenzione dei parchi, la mancanza di attenzione verso i bisogni concreti della cittadinanza”.
“Non accetto, tuttavia, si tenti di strumentalizzare la mia assenza dall’ultimo Consiglio comunale, atteso che avevo prontamente notiziato a tutti i capigruppo – e quindi anche al capogruppo della Lega di Giorgio Zoppello – che causa positività al covid non avrei potuto presenziare: ciò denota grave disattenzione, mancanza di dialogo interno o profonda malafede” continua ancora il Consigliere regionale, che poi conclude “non tutto il male comunque vien per nuocere. La Lega di Selvazzano si sta dimostrando per ciò che è, sacrificando i propri valori, la propria identità ed il bene ultimo dei cittadini sull’altare di qualche poltrona, a braccetto con la sinistra civica ed il PD: saranno gli elettori alle urne a giudicarne l’operato”

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button