VENETO

PADOVA: DA INIZIO ANNO 200 ALLOGGI ATER ASSEGNATI, 183 PRONTI PER ESSERE ASSEGNATI, PER 450 VIA ALLA RISTRUTTURAZIONE

ATER Padova persegue con determinazione la propria azione in termini di risposte concrete all’emergenza abitativa in città e provincia. Dall’inizio dell’anno ad oggi sono stati assegnati a persone e famiglie bisognose 200 alloggi. La media è di quasi un’assegnazione al giorno.  L’Ente ricorda poi che tra Padova e provincia ci sono altri 183 alloggi disponibili e pronti per essere assegnati. Per alcuni di essi ATER Padova sta aspettando l’approvazione definitiva delle graduatorie da parte delle amministrazioni comunali interessate.

Allo stato attuale inoltre sono stati programmati interventi di ristrutturazione e riatto per 425 case, per 140 di esse i lavori sono già iniziati e saranno disponibili a partire dai prossimi mesi. L’attività dell’Ente regionale non si ferma alla sistemazione delle abitazioni più datate ma nel corso del tempo sono stati avviati interventi per nuove costruzioni che si sono concretizzati in questi mesi. Recentemente tra Albignasego, Battaglia Terme, Merlara e Torreglia sono stati consegnati 47 alloggi. Nelle prossime settimane verranno inaugurati ulteriori 20 appartamenti a Maserà e Montagnana.

La vendita tramite asta pubblica degli immobili di proprietà di ATER Padova, si tratta degli appartamenti maggiormente datati e rispetto ai quali i costi di ristrutturazione sarebbero troppo alti, sono necessari proprio per continuare a valorizzare il patrimonio edilizio esistente e per programmare nuovi interventi. “Il nostro obiettivo primario – precisa il presidente di ATER Padova Tiberio Businaro – è quello di dare risposte concrete e veloci alle numerose richieste che pervengono all’ente.  Con le politiche attuate nel corso del tempo, in stretta sinergia con la Regione Veneto, oltre a lavorare su questo fronte stiamo valorizzando il nostro patrimonio. Tutti gli interventi di efficientamento programmati con il Superbonus e gli altri piani speciali approvati vanno proprio in questa direzione”.

 

 

 

 

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button