FRIULI VGTG MOTORITOP NEWSVENETO

CADONEGHE (PD) : PER LA PRIMA VOLTA IMPIEGATO SUL TERRITORIO DI CADONEGHE UN UNITA’ CINOFILA ANTIDROGA .

La polizia locale di Cadoneghe, in collaborazione con la polizia locale di Venezia e con la polizia locale di Vigodarzere, ha svolto un servizio straordinario di controllo del territorio con l’ausilio di un’unità cinofila e di un drone con telecamera a infrarossi: il primo di questo tipo mai effettuato nel territorio comunale. A partire dalle 21 sono stati controllati tutti i parchi cittadini, gli argini del Brenta, in particolare dalla passerella di Cadoneghe storica in direzione Isola di Torre, bar e altri locali pubblici. Nel corso dei controlli sono state identificate 15 persone. Allontanato un senza fissa dimora che sostava in un parco pubblico dopo la chiusura. Non sono stati rilevate altre attività illegali. «Questo servizio speciale — spiega Marco Schiesaro, sindaco di Cadoneghe — è il risultato di un lungo percorso di rinnovamento della nostra polizia locale. Proprio questa settimana si è tenuto un corso di aggiornamento dedicato al contrasto di reati legati agli stupefacenti. Non si tratta solo di contrastare un fenomeno che, purtroppo, è presente sul nostro territorio, ma anche di avere personale qualificato in grado di rispondere a delle emergenze e di aiutare persone che stanno male a causa di abuso di sostanze. Nel corso della serata e della nottata abbiamo controllato, tra gli altri luoghi, il bosco della Castagnara, Parco della Repubblica, dove è stato individuata una persona priva di documenti, la cui presenza, peraltro, era stata segnalata più volte dai cittadini. Ci siamo spostati quindi a Cadoneghe storica, all’altezza della passerella nota, ahimè per alcuni episodi di cronaca. È stata la prima operazione di questo tipo ma non sarà l’ultima: prevenzione e repressione dell’attività criminale camminano insieme e intendiamo usare ogni mezzo per fare di Cadoneghe un luogo più sicuro. Da questo punto di vista è stato importante anche l’acquisto di un drone capace di elevarsi fino a 350 metri e utilissimo per l’attività investigativa. Ringrazio tutti gli agenti della polizia locale intervenuti e le unità di Venezia per la preziosissima collaborazione. È stato un piacere vedere in azione il cane Coco, un esemplare fantastico, instancabile e dal fiuto infallibile».

 

 

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button