FRIULI VGTOP NEWSVENETO

PADOVA : 16 indagati e oltre 2.300 persone controllate nell’ultima settimana

PADOVA 11 aprile – 16 indagati a vario titolo, 2.305 persone controllate, 228 pattuglie impegnate in stazione, comprensive di quelle dedicate a specifici servizi antiborseggio, una ventina  di pattugliamenti lungo le tratte ferroviarie di competenza e 22 i servizi presenziati a bordo treno: è questo il bilancio dell’attività  del Compartimento Polizia Ferroviaria  per il  Veneto nella scorsa settimana.

In particolare, nello scalo di Mestre, 3 persone sono state indagate per inottemperanza all’ordine del Questore di abbandonare il territorio nazionale e per violazione al provvedimento del Foglio di Via obbligatorio; una di loro è stata anche sanzionata ai sensi del Regolamento di Polizia ferroviaria, in quanto sorpresa ad effettuare una raccolta fondi abusiva all’interno della stazione.

A Padova, durante il week end, sono stati emessi  2 provvedimenti di allontanamento, ai sensi della normativa in materia di DASPO urbano, nei confronti di soggetti soliti stazionare nello scalo e importunare i viaggiatori. Sempre nello scalo patavino, disavventura a lieto fine, grazie all’intervento degli operatori della Polizia ferroviaria, per un cane allontanatosi da casa all’insaputa dei proprietari. Nei pressi di Vigodarzere, era stata segnalata la presenza dell’animale che, spaventato e disorientato, non riuscendo a trovare un passaggio per allontanarsi dall’area ferroviaria, continuava ad attraversare i binari, schivando pericolosamente i treni in transito.

Gli agenti, intervenuti sul posto, sono riusciti a rintracciare e a mettere al sicuro la bestiola, che è stata accudita, in attesa di essere affidata alle cure di una ditta incaricata del recupero animali. I successivi accertamenti hanno consentito di rintracciare il proprietario, ignaro di quanto accaduto, che ha potuto nuovamente riabbracciare il suo amico a quattro zampe. Nella giornata del 6 aprile scorso, si è svolta l’operazione “Oro Rosso”, disposta a livello nazionale da Servizio Polizia Ferroviaria.  Un’ attività straordinaria di controllo nei confronti dei rottamai e lungo le linee ferroviarie per contrastare gli episodi di furti di rame in ambito ferroviario, e per verificare l’osservanza della normativa ambientale sullo smaltimento dei rifiuti particolari. Sono stati una decina i depositi di rottami ispezionati dagli operatori Polfer del Compartimento, che hanno effettuato un attento esame di tutti i materiali in giacenza.

Nel corso della settimana, infine, hanno avuto luogo alcuni incontri con gli studenti, nell’ambito del progetto di educazione alla legalità “Train to be cool”, finalizzato a sensibilizzare i più giovani al rispetto delle regole in ambito ferroviario; attività che, ormai da molti anni, i poliziotti appositamente formati diffondono nelle scuole e in seno ad eventi  culturali o sportivi. Nei giorni scorsi alcuni operatori della Polizia ferroviaria del Veneto hanno incontrato complessivamente 9 classi, 150 studenti circa, di una scuola secondaria di primo grado in provincia di Venezia e di un istituto superiore in provincia di Treviso.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button